«OGGI SI CHIAMANO RESPONSABILI, UN TEMPO ERA IL MERCATO DELLE VACCHE»

Condividi!

FRANCESCO TOSCANO (VOX ITALIA) SCRIVE A VOX: «OGGI SI CHIAMANO RESPONSABILI, UN TEMPO ERA IL MERCATO DELLE VACCHE»

Era il dicembre 2019 quando il Movimento Cinque Stelle pubblicava sul «Blog delle stelle, l’organo ufficiale del movimento, una nota dal titolo «Quanto costa un parlamentare al chilo?» accusando gli altri partiti di aver aperto «il mercato delle vacche». «La storia continua a ripetersi – scriveva il Movimento Cinque Stelle – È il collaudato sistema della vecchia politica. Vi ricordate gli Scilipoti di Berlusconi? L’elenco di politici che si sono venduti al diavolo per pochi spiccioli o per una poltrona più comoda e più sicura potrebbe essere lunghissimo. E continuerà ad esserlo finché non esisteranno regole serie contro i cambi di casacca».

Ebbene oggi, con la crisi di governo in atto, la storia si ripete sì, ma i protagonisti sono quelli che accusavano Berlusconi ai tempi di compravendita dei parlamentari e volevano introdurre il vincolo di mandato. Gli stessi che volevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno e sono finiti per diventare, in pochissimo tempo, pesce marcio sposando quel trasformismo che i grillini, quando facevano finta di essere una forza anti-establishment, denunciavano con sdegno e a suon di Vaffa.

Ora i nipotini di Grillo, tradite tutte le promesse elettorali e venduti alle élite, con il timore di andare alle urne e di essere spazzati di via dalla storia, fanno di tutto per rimanere aggrappati alla poltrona mentre rinchiudono in casa gli italiani senza una visione né una prospettiva e raccogliendo fallimenti su fallimenti insieme agli alleati di governo del Partito democratico, il partito che più rappresenta gli interessi dell’élite, appellandosi ai cosiddetti «responsabili», e ai Mastella e Tabacci di turno. Uno spettacolo indegno, sulla pelle degli italiani.




Lascia un commento