Italia Viva: “Governo Conte è finito”, Conte in ginocchio da Mastella

Condividi!

Trapela la bozza. Tensioni tra Conte e Renzi. Nel testo si legge: “Approvato in Cdm”. Che però si riunisce alle 21.30

“Il fatto che il governo Conte bis è giunto alla fine è ormai acclarato”. Lo dice Ettore Rosato di Iv a Rainews24. “Vedremo se Conte avrà un’altra maggioranza” aggiunge il coordinatore di Italia Viva dicendosi certo che, in ogni caso, l’esito non sarà il voto: “Non si andrà a elezioni”.

“Ha tutto in mano il presidente del Consiglio. Se ci dà le risposte, noi siamo pronti ad ascoltare”, ha quindi aggiunto.

Se Matteo Renzi si assumerà la respon-
sabilità di una crisi di governo in
piena pandemia, per Giuseppe Conte sarà
impossibile rifare un nuovo esecutivo
con il sostegno di Italia Viva.E’ quan-
to trapela da Palazzo Chigi.La posizio-
ne del premier è un no a un nuovo go-
ver con Renzi se Italia Viva si sfila
dall’attuale esecutivo.

In serata il commento di Renzi: “Se il
premier ha preso questa linea, eviden-
temente è convinto di avere i numeri.
Va bene così: è la democrazia parlamen-
tare. Noi si va all’opposizione”.

Per Mastella “la crisi di governo c’è, è innegabile, non si può sostenere il contrario”. “Subito dopo la crisi intendo far partire un’iniziativa per recuperare vecchi amici e nuovi contributi, quelli che sono interessati. “Al 2% ci arriverò pure io, anche se non ho una rappresentanza parlamentare come quella di Renzi”, ha detto in un’intervista con l’agenzia di stampa Adnkronos. La nuova formazione, ha poi chiarito, si collocherà “nell’ambito del centro, per una collaborazione con il centrosinistra“.

Mastella ha detto di non poter “prevedere quale sia la conclusione della crisi di governo. Questo – ha precisato – bisognerebbe chiederlo chi la crisi l’ha aperta”. Ma su una cosa è stato perentorio: “Posso però assicurare che i responsabili ci sono. E sarebbero molti di più di quelli che si possa immaginare, come del resto si è già visto nelle votazioni che si sono tenute di in Parlamento, se ci fosse un’iniziativa seria sul piano politico che li possa tenere insieme. Non puoi tenere in piedi un gruppetto di persone solo in Parlamento, se non hai un radicamento nelle realtà locali”.

Mastella ha precisato che la sua “sarà un’iniziativa politica autonoma, che intendo fare a prescindere dalle contingenze della crisi di governo”. Ma gli indicatori vanno in tutt’altra direzione, anche perché era stata proprio Sandra Lonardo, moglie di Mastella, a lamentare qualche giorno fa che ai responsabili mancava una regia. Del resto, che l’ex ministro centrista stesse sguazzando in questa crisi si era capito da diversi segnali. Non ultimo un avvistamento in senato nelle scorse settimane. Ora è lui stesso a “ufficializzare” il suo ruolo e, soprattutto, a spiegare che, da vecchia volpe della politica, nata e pasciuta nella Prima Repubblica e adattatasi benissimo alla Seconda, già pensa a come trasformare la crisi in un’occasione a più lungo termine.

“Un gruppo di parlamentari – ha chiarito Mastella – dà l’idea di un’iniziativa ‘usa e getta’ e nessuna persona seria vuole essere ‘usa e getta’. Per questo ho intenzione di fare un’iniziativa politica, insieme a altri, per rimettere in piedi una realtà che parta dalle esigenze locali e arrivi fino in Parlamento, fino a Roma. Qualche parlamentare pronto già c’è. La metteremo a fuoco quando sarà il momento. Non si possono lasciare soli quelli che, responsabilmente, appunto, vogliono dare una mano”. Ma per realizzare un’operazione di questa portata, ha concluso Mastella, “occorre fare qualcosa di strutturato, non puoi utilizzare la paura delle elezioni per dire state con me”.

Pd: no a crisi,rilanciare maggioranza
“Ci sono molte cose da fare per il bene
dell’Italia. L’urgenza è dare risposte
concrete per la rinascita e questa mag-
gioranza può farlo, approvando la bozza
del recovery plan” e “subito,da domani,
su proposta del premier Conte,approvare
“il patto di legislatura per affrontare
i problemi aperti e per rilanciare
l’azione di governo”.

Così il Pd dopo una riunione tra Zinga-
retti, Franceschini, Orlando, Delrio e
Marcucci. “Confermiamo la nostra con-
trarietà all’apertura di una crisi che
impedirebbe anche di varare dl Ristori”




Vox

4 pensieri su “Italia Viva: “Governo Conte è finito”, Conte in ginocchio da Mastella”

  1. Gnagnagnagna…governo finito?Questi hanno 7 vite più dei gatti…Ciarlatano balafuss brusacessssss Prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr tiè.Chist’e fatta cor culo e non caa bocc.

  2. non si andra al voto
    e Salvini lo sa benissimo
    e lo sapeva benissimo anche nell’ agosto 2019
    ma anzicche essere preso a sprangate e cacciato via,
    lo hanno applaudito e lo applaudono.

    Serve una pulizia etnica.
    Riaccendiamo i forni ad Auschwitz, perche finche non ripuliamo l’italia da questi deficenti nessun problema sara mai risolto.

  3. ma non ci credo che questi vadano via, hanno un agenda precisa da realizzare e questa e’ una buona occasione. lo ius kultura aspetta. …
    Renzi poi si conosce bene, vuole piu potere e piu poltrone e certamente una fetta piu grossa dal mes. il fatto e’ che conte ha gia’ impegnato i soldini per i suoi accoliti, e quindi o qualcuno rinuncia alla prebenda o si stampa qualche bot per le voglie di renzi.

Lascia un commento