Imam: “Giocare a scacchi è peccato: peggio che mangiare maiale”

Condividi!

Sempre della serie “cosa pensano i musulmani”, ecco il pensiero del predicatore islamico turco Ahmet Mahmut Ünlü che, tempo fa, ha definito il gioco degli scacchi peggio del gioco d’azzardo e del consumo di carne di maiale

Secondo il predicatore musulmano, i giocatori di scacchi sono “maledetti” e ha affermato che “la maggior parte delle persone che hanno giocato a scacchi sono dei bugiardi”. L’islam è la religione di pace.

“Giocare a scacchi è peggio di gioco d’azzardo e mangiare carne di maiale … Le persone che giocano a scacchi sono più inclini a mentire rispetto ad altri. Le persone che giocano a scacchi non possono dire la shahada [dichiarazione di fede islamica] mentre stanno morendo “, ha detto.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Le persone che giocano a scacchi sono maledette … dovreste pregare invece di giocare in questo modo”, ha aggiunto.

Ünlü aveva tempo fa condannato l’Agenzia spaziale europea (ESA) dopo l’atterraggio della sonda Philae sulla cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko, descrivendo la missione come da “maniaci”.




7 pensieri su “Imam: “Giocare a scacchi è peccato: peggio che mangiare maiale””

  1. Ma dovevano fargli un disegnino in trasmissione lo ha confuso col poker. Certo che il porco schifoso che la conduce non si fa mancare niente eh in fatto di puzzolenti ospiti!!!
    Però. Una partita a scacchi. Bel paragone, mi trascina a ben altro…
    Lo stato deve bruciare le tappe, devono portare gli invasori ad uno livello economico pari al nostro, quindi ecco, il fatto di affossare un economia è senz’altro una strada per accorciare le distanze tra noi e loro. Le continue richieste di denaro vedi cartelle imminenti, serviranno a farli studiare, mangiare. Gli affitti bloccati per fare in modo che siano gli autoctoni ad ospitarli. E se se le vogliono comprare la casa “tanto meglio” perché vuol dire che sono diventati stanziali, il rdc è nato per questo. Persino gli animali da compagnia lanciano lo stesso segnale, a livello più o meno inconscio rappresenta il desiderio di mettere radici.
    Non consideriamo quindi incidenti di percorso tutto ciò che sta accadendo, è invece un piano ben preciso studiato nei minimi dettagli a cui partecipiamo senza opporci.

  2. Invece cosa è che è halal, cioè puro per voi coranici? Sappiate che quanto detto ed attuato fino ad ora da voi, per me è haram, cioè impuro e non parlo dal punto di vista religioso, ma proprio riferito alla vostra convivenza, poco pacifica.

  3. Sono nel campo dell’illazione pura e me ne rendo conto, però uno che fa affermazioni di questo genere mi sa che a parole è contrario all’uso dell’alcol, ma nei fatti indulge abbondantemente nel suo abuso. Oppure soffre di qualche patologia. O è un furbone dedito alla peggiore mala fede.

    In tutti i casi, un elemento da tenere a distanza, sulla punta di un badile, mentre si cerca un posto defilato dove dargli degna dimora.

Lascia un commento