Risse a Venezia e Roma, coinvolte decine di adolescenti dello spritz

Condividi!

Una quarantina di adolescenti è stata protagonista questa sera in campo Bella Vienna, alle spalle di Rialto, di una maxirissa. Sul posto è intervenuta la Polizia Municipale.

Secondo quanto si è appreso non vi sono feriti. I ragazzini si sono dati appuntamento a pochi metri dalla vecchia sede del Tribunale, dove è diventato un rito consumare lo spritz serale. Dopo i primi spintoni, la situazione è degenerata, coinvolgendo tutti i presenti, alcuni dei quali palesemente ubriachi.

Nuova maxi rissa a Roma nel pomeriggio. Una ventina di ragazzi si sono affrontati e picchiati in piazza di Siena, a Villa Borghese, davanti a diversi testimoni. Sul posto i poliziotti, già impegnati nel dispositivo di sicurezza in piazzale delle Canestre, sono riusciti a bloccarne dieci caricati su un pullman scortato dalle volanti e diretto in Questura. La loro posizione resta al vaglio degli investigatori mentre non risultano segnalazioni al 118 di eventuali feriti.

Molti saranno i soliti figli di immigrati. Ma non è questo il punto. Questo governo di scellerati ha chiuso piscine e palestre, dove si allena e in molti casi cura il corpo da gravi problemi fisici, ha chiuso i teatri dove si allena la mente, ma permette assembramenti di dementi davanti ai bar per il presunto asporto.

La ratio di queste decisioni è veramente demenziale. La verità è che la nostra civiltà sta annegando in un mare di spritz.




2 pensieri su “Risse a Venezia e Roma, coinvolte decine di adolescenti dello spritz”

  1. Va anche detto che se alla parte sana dei giovani togli lo sport, poi le energie vitali da qualche parte devono pure andare. Fare a botte, diversamente che andare a prostutite a trans o per compere, non costa nulla. I pischelli che fanno a botte senza motivo e su appuntamento sono un fenomeno interessante. Non tutti si accontentano della PlayStation o di pornhub.

Lascia un commento