Immigrato spara ai carabinieri: condannato a 6 anni esce dopo solo 1

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ha lasciato il carcere di Terni dopo solo un anno e quattro mesi per andare a passare il resto della ‘pena’ presso la Comunità Incontro di Molino Silla di Amelia, Josè Miguel Rivas Suriel, il 34enne dominicano che la mattina del 22 luglio del 2019 aveva dato in escandescenze, sparando contro i carabinieri e ferendone uno.

La decisione è stata assunta dal Tribunale di Terni in composizione collegiale, a seguito dell’istanza presentata dal legale difensore dell’uomo, l’avvocato Gianluca Muzi.

Josè Miguel Rivas Suriel seguirà un sedicente “programma terapeutico di recupero per tentare di uscire definitivamente dai problemi di droga che ne hanno condizionato l’esistenza”.

A settembre il 34enne era stato condannato a sei anni di reclusione. Nella violenta colluttazione erano rimasti feriti anche un altro carabiniere e due agenti della polizia di Stato.




7 pensieri su “Immigrato spara ai carabinieri: condannato a 6 anni esce dopo solo 1”

  1. Su questa sentenza avremmo dovuto richiedere al giudice la stessa pena di Traini (tema trattato in altre pagine) oppure viceversa Traini avrebbe dovuto scontare una pena inferiore al sudamericano visto che si trattava di spacciatori. Qua ci sarebbe pure l’aggravante di aver colpito dei servitori dello stato nell’esercizio delle loro funzioni. Insomma bisogna fare ordine perché una magistratura anarchica di sinistra che penalizza con criteri eversivi non deve esistere.

Lascia un commento