TORNANO I DRONI PER IMPEDIRE IL NATALE MA NON PER I BARCONI

Condividi!

TORNANO I DRONI, MA NON PER I BARCONI, PER IMPEDIRE AI NIPOTI DI PASSARE IL NATALE CON I NONNI. Il nuovo folle dpcm per le festività natalizie con le sue misure deliranti, con il Viminale che ha già affidato ai prefetti il compito di sguinzagliare Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia municipale a caccia di nipoti ribelli. In campo, come detto, anche l’esercito e i droni per il controllo aereo.

Ovviamente fari puntati sul 24 e 25 quando saranno predisposti i controlli su strade e autostrade. Questi ultimi saranno a “imbuto”, ossia con posti di blocco che costringano le macchine a deviare in aree di servizio per essere sottoposte a controlli a tappeto.

Per non parlare poi delle verifiche in città e nelle località turistiche la notte di Capodanno, quando gli agenti dovranno controllare e intercettare eventuali veglioni abusivi o raduni in appartamenti o seconde case. Il ‘timore’ è che le persone possano fermarsi a trascorrere tutta la notte fino alle 7 del mattino per evitare il coprifuoco.

A concludere il tutto i droni, dall’alto a verificare eventuali assembramenti.

E’ tempo di addestrare i gabbiani.




3 pensieri su “TORNANO I DRONI PER IMPEDIRE IL NATALE MA NON PER I BARCONI”

Lascia un commento