DPCM, è rivolta: valanga di insulti contro il premier – VIDEO

Condividi!

Montecitorio: il premier abusivo Giuseppe Conte parla in tv e in diretta Facebook, auto elogiandosi in una celebrazione dei mille morti al giorno, e in aula scoppia la protesta, al grido “Libertà”.

Dopo l’intervento del capogruppo della Lega, Riccardo Molinari, prima che prendesse la parola quello di Fratelli d’Italia, Francesco Lollobrigida, dai banchi del centrodestra si è levato il grido ‘libertà, libertà’, con l’esposizione di cartelli, che il vicepresidente Fabio Rampelli, presidente di turno dell’Assemblea, ha invitato a rimuovere. Di fronte al rifiuto dei deputati ha quindi sospeso per qualche minuto la seduta.

Dovete occupare il Parlamento. Rendere impossibile la vita a questo governo che sta assassinando l’Italia.

Ma la rivolta è anche ‘digitale. “Critiche e insulti”. La diretta da Palazzo Chigi di Giuseppe Conte per illustrare agli italiani il Dpcm su Natale e Capodanno si trasforma in un drammatico boomerang per il premier. “Parla Conte, il 90% dei commenti sulla sua pagina sono critiche e insulti. Gli Italiani hanno capito che si tratta di un Pinocchio”, ironizza Matteo Salvini, leader della Lega.

Qualche esempio, pescato dalla pagina Facebook su cui è andato in onda in diretta il discorso. “Sarà interessante leggere i libri di storia che verranno scritti fra un lustro, quando le responsabilità di questa ignobile classe politica sarà palese”. O ancora: “Stai trascinando nel baratro milioni di famiglie, in un baratro molto peggiore del Covid”. C’è chi si dice tradito: “Non ho parole, ha perso tutta la mia anzi la nostra fiducia”. E chi ne approfitta per una sacrosanta rivendicazione: “24mila medici sono in attesa di una assegnazione per la specializzazione. In piena pandemia non è ammissibile rimanere bloccati in questo limbo da oltre 2 mesi”. E chi preferisce la strada dello sfottò: “Presidente, la notte di Natale faccia il cenone in diretta su Facebook, voglio certificare che sia frugale e senza eccessi. Lo stesso vale per i suoi ministri”.




2 pensieri su “DPCM, è rivolta: valanga di insulti contro il premier – VIDEO”

  1. Si me lo vedo conte che si prende le responsabilità Alí!
    Ecco un ipotetico spezzone di dpcm:
    “vi giuro sul mio ONORE che il farmaco è sicuro” allora possiamo dormire tra due cuscini. Qualsiasi cosa dica non è più credibile, ci deve essere una reazione violenta, abbiamo passato il limite da un pezzo. Mi è bastato guardarlo in faccia 1 volta, una, ed esternai il sentimento. Invece salvini decantava le sue virtù su fb. Maledetti!

Lascia un commento