Usa2020, spuntano testimoni brogli. Camionista: “Ho portato 288mila schede pre-votate” – VIDEO

Condividi!

Si moltiplicano le prove di brogli per le elezioni presidenziali americane. In questi giorni si sono tenute, nel silenzio dei media italiani, sedute di emergenza in varie legislature statali in cui testimoni, sotto giuramento, hanno testimoniato di avere assistito a brogli massicci.

Jesse Morgan, il camionista di un subappaltatore di USPS (servizio postale americano), afferma di avere trasportato 288.000 schede già COMPLETATE: “Stavo guidando schede complete da New York alla Pennsylvania, quindi ho deciso di parlare.”

Ma è solo una delle decine di testimonianze.




5 pensieri su “Usa2020, spuntano testimoni brogli. Camionista: “Ho portato 288mila schede pre-votate” – VIDEO”

  1. Il testimone avrebbe avuto un pò più di fortuna se solo avesse portato con se alcune prove…… Neanche il Procuratore Generale Barr ha trovato prove di questi “fantomatici brogli”….

  2. Gli Usa vogliono esportare democrazia ovunque, tranne in Arabia Saudita sebbene sia un regime feudale degno del medioevo, ma la loro è una finta democrazia da sempre. Il sistema elettorale è strutturato in maniera tale da impedire lo sviluppo di qualsiasi partito, e mantenere lo status quo della maggioranza e della finta opposizione. Il presidente alla fine viene eletto con il 15% dei voti, e finora il meccanismo è sempre andato bene, ma il vero problema è il disastro finanziario imminente, con il dollaro in liquefazione sui beni reali, grazie agli stampaggi continui della Fed. Il sogno americano di vivere alle spalle del mondo grazie alla loro moneta sta finendo, ed ecco che guarda caso si scopre il marcio della loro democrazia.

Lascia un commento