Altri 700 morti e 300 ricoveri: cresce rapporto positivi/tamponi ma il governo pensa ai clandestini

Condividi!

Brutti numeri dal bollettino del ministero della Salute che registra 16.377 nuovi contagi a fronte di soli 130.524 tamponi. I decessi in un giorno sono 672, circa cento in più di ieri. Le terapie intensive diminuiscono di 9 unità (in totale 3.744), ma i ricoveri in regime ordinario crescono di 308 (in totale 33.187). Il rapporto positivi/tamponi sale al 12,5% dall’11,6% di ieri.

La Camera abusiva approva i decreti Boldrini: frontiere abolite




8 pensieri su “Altri 700 morti e 300 ricoveri: cresce rapporto positivi/tamponi ma il governo pensa ai clandestini”

  1. Il rapporto positivi su nuovi casi testati, 25,49%, risulta stabile rispetto a ieri, quando pero’ aveva fatto un bel balzo in avanti rispetto la misurazione sospetta del giorno precedente ancora. Siamo dunque al 25%, nei giorni migliori diciamo dal 15 al 20 novembre abbiamo sfiorato il 30% ma in ogni caso già sopra il 5% l’epidemia e’ completamente fuori controllo, ovvero nessuno può cercare i potenziali positivi infettanti. Tutto questo per dire che il virus ha passato praticamente indenne attraverso le chiusure che ora il governo intende allentare, scuole medie comprese, è che quindi, complici le feste i veglioni gli allentamenti inevitabili e le settimane bianche, il sor coronavirus e’ pronto per dare il colpo di grazia agli ospedali italiani. Se quest’anno potessimo anche contare su una robusta influenza, che poi ovviamente verrebbe fatta passare per coronavirus come e’ accaduto nell’emisfero australe per mettere paura ai gonzi, gli ospedali potrebbero collassare a metà febbraio nonostante morti giornalieri a 4 cifre. Aspettiamo l’anno nuovo, vediamo che troviamo sotto l’albero.

  2. “se si continua cosi”… sì, a sparare megaballe incredibilmente vergognose – anzi no… perché ‘sto “governo” di parassiti venduti al mondialismo e criminali, con l’appoggio dell'”opposizione” itaGliana stercoraria, andrebbe avanti ancora più compatto e Mattarella non lo schioderebbe nessuno.

Lascia un commento