Morra insiste: “Santelli votata nonostante morte prevedibile”

Condividi!

Il senatore del M5S è tornato a parlare del caso innescato dalle sue parole sulla morte di Jole Santelli e subito dopo il suo intervento nell’intervista con Lucia Annunziata a ‘Mezz’ora in più’, si è sollevato un nuovo polverone.

Morra da Annunziata: “Morte Santelli non imprevedibile”

“La Rai si scusa…?!? Roba da matti. Morra indegno, chieda perdono ai malati di cancro, ai calabresi e agli italiani, e poi si dimetta”, scrive su Fb il leader leghista Matteo Salvini.

“Dal presidente Morra ancora parole scandalose e indegne. Stavolta lo fa, ospite di Lucia Annunziata, parlando delle presenze di Jole Santelli in commissione Antimafia alludendo chiaramente, e per l’ennesima volta, alla malattia che non ha lasciato scampo alla compianta collega e presidente della Regione Calabria”, si legge in una nota dei senatori e deputati della Lega in commissione Antimafia. “Morra chieda scusa davvero, non solo con frasette di circostanza per salvare la poltrona, e si dimetta subito per consentire i lavori di una commissione fondamentale nel nostro paese”, aggiungono.




7 pensieri su “Morra insiste: “Santelli votata nonostante morte prevedibile””

  1. questo e’ gossip per deficenti (leghisti)

    Morra sara pure un mediocre
    ma e’ una brava persona

    Non ho seguito bene tutta sta storia, ma a naso stanno facendo una strumentalizzazione
    perche evidentemente il sudetto da qualche fastidio al potere
    e non si genuflette completamente come fanno tutti gli altri, compreso quei maiali tipo Borghi e Bagnai

  2. Sono con Werner e le motivazioni sono molteplici… intanto mi chiedo cosa ha spinto una persona che aveva la consapevolezza di essere prossima a passare a miglior vita a gettarsi in una estenuante (e costosa per il paese) campagna elettorale pur sapendo che anche se fosse stata eletta non avrebbe potuto far fede alle promesse fatte al popolo durante le sue piazze. Non è forse un raggiro? Più sensato e onesto sarebbe stato ritirarsi immediatamente per motivi di salute e lasciare che altri esponessero i loro piani. A prescindere da quelli che potevano essere.
    In un mondo dell’inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

  3. Sono stato come al solito censurato dalla redazione israelitica di “Vox”… comunque vi rinvio, riguardo all’essere il sig. Morra una (TE POSSINO) “brava persona”, ai video in merito dell’ottimo Francesco Carbone.

Lascia un commento