Di Battista dimentica i morti: “Il problema è l’islamofobia”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
«È triste vedere quanto l’islamofobia, che ha colpito molta opinione pubblica a livello mondiale, nonostante le prime vittime del terrorismo fondamentalista islamico siano gli stessi musulmani, abbia evidentemente spinto molte persone a fare di tutta l’erba un fascio e a dimenticarsi dei diritti sacrosanti di un popolo come quello palestinese».

Nel 2014 scriveva così sul blog di Beppe Grillo: «Se a bombardare il mio villaggio è un aereo telecomandato a distanza io ho una sola strada per difendermi a parte le tecniche nonviolente che sono le migliori: caricarmi di esplosivo e farmi saltare in aria in una metropolitana». E poi ancora: «Dovremmo smetterla di considerare il terrorista un soggetto disumano con il quale nemmeno intavolare una discussione».




13 pensieri su “Di Battista dimentica i morti: “Il problema è l’islamofobia””

  1. Questo è tutto scemo.Dalla serie:”Noi tireremo dritto fino alla prima curva”.Patetici.E con l’apriscatole in mano hanno ingannato gli italiani.

I commenti sono chiusi.