Parigi, è guerriglia: incendiata la Banca di Francia – VIDEO

Condividi!

Più manifestazioni. Un unico obiettivo: la distruzione. La società multietnica francese sta esplodendo sotto i nostri occhi.

DISORDINI IN DIVERSE CITTA’ FRANCESI: MOLOTOV E RIVOLTE – VIDEO




16 pensieri su “Parigi, è guerriglia: incendiata la Banca di Francia – VIDEO”

  1. Ma come, non c’è il lockdown a causa del coronavirus? Adesso vi dico qual è il modo per far collassare questa società di merda: ritirate più soldi che potete, fate il pieno alla macchina e consumate più benzina che potete! Quei porci maledetti hanno finito il petrolio, soprattutto le benzine leggere con le quali volano gli aerei, a questo serve il coronavirus, a non farci consumare le risorse che quei porci vogliono tutte per loro.

    1. Quando si dice svuotare il mare con un cucchiaino. Sarebbe come pensare di risolvere il problema della droga consumandola tutta io. Ma se intendi dire fare scorte strategiche, allora ha un senso. Non basta il pieno alla macchina però. Suggerisco di scavare metodicamente come un vietnamita, anche quello è svuotare la montagna con un badile, ma loro alla fine hanno vinto.

      1. Ha pienamente ragione marcofrollini, le banche sono coperte solo per il 2%, basta prelevare questi capitali che il sistema bancario-finanziario dei massoni implode in 24 ore. Il fondo interbancario per i depositi inferiori a 100.000 euro non è dotato di nessuna riserva, lo possono attivare con una procedura complessa che necessita di tempo, ed ammesso che le altre banche abbiano soldi da versare. Prima o poi, chi dorme si troverà con i conti bancari bloccati, e permesso di prelevare un centinaio di euro a settimana, insufficienti per mangiare, vedi l’esempio di Cipro, dove i criminali globalisti hanno già provato l’esperimento. Sveglia!

  2. Non è che il petrolio sia finito: è che nessuno lo scarica dalle petroliere per una questione di soldi, come sempre. Se apri “marinetraffic” potrai notare la coda perenne e sempre più lunga di fronte ai terminal di Singapore.

    1. Più che il petrolio finito, ci sono altri problemi: la maggiore difficoltà di estrazione, visto che la parte più leggera è stata estratta e rimane quella più pesante, che richiede maggiore energia EROI, e di conseguenza costi sempre più elevati, che unito al crollo dei consumi, non fa altro che alimentare un circuito chiuso di carenza di fondi. Gli usa con il loro share oil sono l’emblema del fallimento di questa tecnica, peraltro con molto risvolti negativi, e che necessita di costi molto alti.

  3. Il motivo non é quello, non é x la benzina, é il piano di quell’ibrido schifoso di calergi, per spaccare le colonne di questo scempio bisognerebbe eliminare soros, i rotchild, rockfeller, bruxelles, tutta la sinistra quella italiota in primis e naturalmente l’arna, cioè i necri e mussulmerdani.

      1. I collaborazionisti collaboreranno fino a quando ci saranno soldi provenienti dallo stampaggio, che saranno sufficienti per mangiare, dubito che la cosa possa proseguire per molto. Le monete fiat rispetto ai beni reali hanno sempre meno valore, tendendo a zero, checché ne dicano i keynesiani infiltrati in tutti i partiti italioti.

  4. Per il momento i giornalai italioti (servirà una epurazione radicali dell’ordine dei giornalisti, anzi la sua abolizione e processo per chi ne ha fatto parte, almeno gli altri vertici che davano disposizioni) ce la stanno spacciando come una ‘giusta’ rivolta dei ne*ri contro una norma ‘razzista’ che darebbe mano libera alla polizia.
    Incommentabili, stanno giocando con una pentola a pressione che presto travolgerà loro e i loro dei colorati.

    1. Sono talmente una casta di servi senza dignità e privi della minima intelligenza, per capire che prima o poi i loro capi massoni li molleranno, dopo che avranno completato il lavoro sporco di diffondere falsità.

  5. Multiforme nichilismo tattico, iperrazionale dialettica in movimento. Il sommo filosofo Tia avrebbe qualcosa da dire, tipo “minchia bordello, se non bruci la banca sei un coglione”. Con i maestri vinceremo (cit.), ma cosa solo il tempo ci dirà.

    1. Se non toccano la banca a te non interessa, pare. E fai anche il verso al ministro makako.
      Aspetto ancora la risposta alla mia domanda di ieri.
      Cosa dice il talmud nel gittin 57a riguardo a Gesù Cristo?

Lascia un commento