Migliaia di islamici invadono le città italiane per celebrare Maometto – VIDEO

Condividi!

La diciottesima edizione della processione per la celebrazione della nascita di Maometto è stata organizzata dall’associazione islamica “Muhammadiah” a Brescia.

VERIFICA LA NOTIZIA

La partecipazione, nonostante il moltiplicarsi di varie iniziative locali (Milano, Bologna, Solaro, Gallarate, Càstano Primo) era stata di circa ottomila musulmani.

Brescia è destinata, se non fermiamo l’immigrazione, ad essere la prima grande città italiana a maggioranza islamica.




10 pensieri su “Migliaia di islamici invadono le città italiane per celebrare Maometto – VIDEO”

  1. Però é vietato il Natale, le manifestazioni di protesta, devi vivere con la mascherina, c’è il chhovid x noi italiani, i pedofili parassiti seguaci di quel maiale di maometto no!!!
    Le merde di immigrati fanno la minkia che gli pare e qui si disquisisce sulle cure di qualcosa che mi pare sempre più evidente NON CI SIA!!!!!

  2. Adesso qualcuno venga a spiegarmi dove sta l’emergenza, xché se ci fosse le restrizioni varrebbero prima di tutto x questi ricettacoli ambulanti di ogni patologia, che cazzo vi serve ancora?Una nuova WOODSTOCK X CAPIRE CHE É UNA PRESA X IL CULO TITANICA?????

  3. hai capito che il leghista Zaia (75% di consenso) prega affinche si possa vaccinare tutti il prima possibile?

    Cosa altro volete capire?

    io solo mi auguro che non sia obbligatoria la vaccinazione e si vaccinano per prima i leghisti e gli idioti vari (vero cancro dell’Italia), almeno se ne vanno all’altro mondo ed aumentiamo il QI medio della nazione.

    1. Guarda caronte, la più bassa forma di vita intellettualmente e moralmente parlando si trova a sinistra e nello specifico pd, leu, 5 merde ecc.
      Purtroppo le alternative sono quello che sono ma trovo incomprensibile ritenere la lega peggio del pd, peggio di quelli di Bibbiano.

    1. Pubblicato il: 13/11/2020 14:25

      “In Veneto arriverà una dose massiccia di vaccini anti Covid”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Luca Zaia oggi nel corso del punto stampa. “Sulle quote siamo più alti dell’8%, che è la quota del vaccino antinfluenzale.
      Lo sforzo è elevatissimo da parte della Regione perché il vaccino va fatto in poco tempo, e stiamo parlando di milioni di pezzi, con postazioni e registrazioni relative”.

      E Zaia ha quindi lanciato una proposta:
      “Il vaccino anti Covid potrebbe diventare anche una sorta di ‘pass’ come lo è oggi il tampone che viene richiesto in alcuni casi”.

  4. Io mi che a disquisire sul vaccino o meno, mi soffermerei sulla marea umana in questione. Vorrei sapere se queste riprese sono state fatte in questi giorni o se sono di repertorio. Se fosse il primo caso mi chiederei la polizia dov’era e chi ha autorizzato questa manifestazione?
    Da notare che comunque loro con o senza autorizzazioni, le loro processioni religiose le fanno, mentre a noi viene impedito nelle scuole di avere il crocifisso, fare le recite di natale, per non turbarli ed in compenso obbligati a mangiare il cous cous nelle mense scolastiche.
    La libertà di espressione religiosa vale per loro, ma per noi è limitata. Il coronavirus è solo una scusa.

Lascia un commento