Lugano, islamica sgozza donne che fanno shopping al grido “Allah Akbar”

Condividi!

Novità su questa notizia:

Lugano: islamica strangola donna e ne sgozza un’altra durante lo shopping

Secondo il giornale svizzero 20min.ch , quella che ormai è chiaramente una terrorista islamica avrebbe gridato “Allah akbar” al momento dell’attacco.




11 pensieri su “Lugano, islamica sgozza donne che fanno shopping al grido “Allah Akbar””

  1. “Hack&Slash”: non è il mio tipo di gioco e lo sapete.
    Ma ogni tanto uno ci vuole. Potrei smazzarvi un classicissimo “MediEvil” oppure partire per la tangente e dirvi di comprare una console nuovissima (soldi sprecati) e giocare al rifacimento (banale) di Demon Souls a causa del nazionalsocialismo insito nel ricominciare da capo dopo che si muore.
    Invece sceglierò come sempre una strada a spesa minima e vi consiglio Pippo, Pluto e Paperino: perchè la prole deve essere educata secondo canoni classici.

    Recensione da nostalgia di lockdown (perchè non ci sono più i lockdown di una volta): Kingdom Hearts 2, SquareEnix, 2005, PS2 ma con un qualsiasi emulatore (PCSX2) funzionante su tutti i pc moderni anche portatili.

    Un eroe che cerca di salvare la sua ragazza? Più “eroi” che lo aiutano nell’impresa? Cattivi “classici” che lo ostacolano? Nuovi eroi e nuovi cattivi? Li facciamo tutti a fette con Pippo e Paperino?

    Se vi piace il genere questo è un gioco che non vi deluderà.
    Vi consiglierei la versione 2.5 HD Remix, ma solo se avete prima giocato l’originale.
    Alle volte i difetti rendono le cose più interessanti.

    Grande colonna sonora, storia discretamente commovente e di durata adeguata specie se lasciate fare alle femmine (considerate almeno due settimane di serate dedicate alla causa, se siete un dormiente attivo sarà facile per voi uccidere i boss anche se state sognando altro e le donne non ce la fanno).

    A Sora (protagonista di KH) piacerebbe essere Cloud Strife (protagonista di FFVII), ma non è in grado e per questo si porta dietro Pippo. Siate vigili: le femmine hanno spesso pazienza ma scarsa abilità nell’improvvisare, adattarsi e raggiungere lo scopo.

    “Papi, mi uccidi Sephiroth?” – “Sicuro, piccola mia. Dammi un attimo per fare il caffè.”

    1. Non tutte le femmine potrebbero bullarsi di aver battuto Antani ai videogiochi. Non per nulla Cippa Lippa è la signora Antani. Ma solo per un paio di giochi, che sono molto più della media pari a zero. In effetti ci sarebbe solo un gioco dove vince sempre lei, Super Puzzle Fighter. Ma è un gioco particolare, per questo sono molto offeso. Cippy è proprio intrattabile, ma è prorpio “la mia”. E se ci aggiungete che è “compagna di altri tempi alla Peppone” il quadretto delle mie cene è completo.

      1. Avete una PS4 e siete nostalgici? Non negatevi una emozione al 30%.
        FFVII – Remake, SquareEnix, PS4, marzo 2020.

        Avete perso la fantasia e/o avete prole che non ha avuto la pazienza o l’inglese adatto a fruire dell’originale?
        Anche se copre solo un terzo dell’avventura originale è sempre il più bello e il migliore. Pure se i combattimenti sono “hack&slash” e non a turni. Nomura si è accuratamente impegnato a far sì che l’emozione fosse la stessa. Per ora.

        Una spesa abbacinante (prezzo pieno per un terzo del totale che non si concluderà nemmeno su questa piattaforma), un’emozione per una storia intramontabile con la musica originale semplicemente riarrangiata.

        Tuttavia, sempre il migliore. Musica, studio dei personaggi (character design), storia, nostalgia: impossibile essere delusi. Tanto di cappello. Se Tekken e Street Fighter sono i giochi delle botte, se Gran Turismo è quello delle macchinine, questo è sempre il JRPG.

        Non compratelo: Sony fa solo pubblicità di fantascienza con astronauti ed esploratori negri.

        1. Ah, ovviamente la parte migliore che in teoria sarebbe quella dove siete “liberi” non è compresa. La libertà fa male. Vedremo quanto saremo liberi. Anche nella nostra fantasia.

          Curiosità: Final Fantasy? Sette? Remake?

          C’è stato un tempo in cui Square stava per chiudere. Non si vendeva un gioco. E poi una persona con una idea ha fatto una proposta. Investirono tutto quello che avevano. Sarebbe stata la loro “fantasia finale”. Poteva andare bene, poteva andare male. Botta di culo. Nippi, si arrenderanno solo quando sarà finita, veramente. “Ariani” onorari.
          Arrendetevi solo quando è “finita veramente”.

          1. La cosa grave è che mancano le cose che rendevano l’originale “difficile”. Le “armi” (weapon) per ora non sono presenti. Sapphire, Ultimate, Diamond, Ruby e Emerald sono solo una idea nella mente di chi vuole rubarvi del grano. Per ora. E ci ha giocato l’originale sa che Ruby e Emerald, anche se non “obbligatorie”, sono più forti di Sephiroth.

          2. Megaspoiler obbligato:
            Durante il “finale”: Cloud, lo hai visto?

            Antani per Cloud: non l’ho visto ma ho sentito la musica: sta arrivando “Highwind”, il dirigibile.

  2. La tua cultura nel campo dei videogame é impressionante!Nonostante io possieda più di 15 console, dalla Odissey 2100 alla ps4, ho un range molto limitato, abbandonati anche i simulatori di volo dopo i 16 bit resto fossilizzato sui generi Resident evil(ogni versione, tutte le console), gta e need for speed…potrà farti piacere sapere che nella mia collezione NON sono presenti xbox e nemmeno wii che secondo me sono da checca.

  3. A me ricorda tanto una versione peggiorata dell’aggressione subita da Salvini ad opera di quella donna (violenta contro un uomo, occorre ricordare nella giornata contro la violenza ai danni delle donne) che sbraitava maledizioni e minacce ematiche (“Vedrai il sangue!”, per chi ha memoria corta).
    Stando al titolo, quella di questa volta è invece violenza di una donna contro altre donne. Se anche non ci fossero stati morti, sarebbe addirittura tentato femminicidio. Mmm… un’aspirante femminicida donna d’ispirazione islamica… ci sono tutti gli ingredienti perché questa notizia non venga divulgata o finisca rapidamente nel dimenticatoio. E state certi che il termine “femminicidio” non verrà neppure sfiorato.

  4. Si è riusciti a capire se è importata oppure, peggio, rinnegata? Ho un presentimento che sia la seconda ipotesi. Potrei sbagliare ovviamente. Che tristezza in ogni caso, con tutte le sue ambiguità la Svizzera si stava conservando bene, ora si vedono gli effetti delle “istituzioni” mondialiste che ospita. Pensare che (non ho idea se si usa ancora) avevano sui documenti anche i nomi dei genitori e la regione di provenienza, e facevano i difficili anche con gli Italiani. Ora in città è pieno di migranti anche lì, e hanno dato “problemi” già più di una volta. Un po’ come in Alto Adige. Già anni fa notai con rammarico sui muri graffiti da rapper e scritte sinistronze da centro asociale, cosa inimmaginabile fino a poco tempo prima. Spero vivamente che nelle particolarità di quel Paese risieda una speranza: lì si fanno referendum per ogni cosa e tutti fanno il militare, con esercitazioni fino all’età pensionabile. E sono tutti molto educati e pazienti ma quando si arrabbiano si arrabbiano anche loro.

Lascia un commento