Poliziotti complici di Casarini: così le Ong trafficano clandestini in Italia

Condividi!

Sulla notizia della giornalista Rai che, in un momento di euforia, ha rivelato i traffici di informazioni tra poliziotti infedeli, giornalisti e ONG:

Poliziotti infedeli collaborano con le ONG per favorire gli sbarchi – VIDEO CHOC

Clandestini contattano giornalista RAI prima di imbarcarsi: poi arriva ONG

Si moltiplicano le richieste per l’apertura di un’inchiesta, dalla Lega a FdI:

La questione è gravissima. Una giornalista del servizio pubblico, pagata con i vostri soldi, fa da tramite per il traffico di clandestini verso l’Italia e rivela complicità nelle forze dell’ordine.

Ovviamente chiedere a Lamorgese di intervenire è come chiedere a Pacciani di aiutare i bambini. Deve intervenire un qualche magistrato, la giornalista deve fare nomi e cognomi. E deve essere licenziata dal servizio pubblico. Non senza finire sotto inchiesta. Lei, i poliziotti infedeli e i trafficanti umanitari.




Vox

3 pensieri su “Poliziotti complici di Casarini: così le Ong trafficano clandestini in Italia”

  1. Non era casarini a gestire l’osteria-centro sociale “allo sbirro morto”?
    Si vede che la cagnotta é consistente anche se nello specifico credo che i corrotti possano trovarsi tra gdf e guardia costiera, che sono i primi a raccattare le merde negrislamiche.

Lascia un commento