Muore a 41 anni di Covid dopo attesa 11 ore prima ricovero, Medico: “Non abbiamo strumenti”

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Aveva febbre e tosse da una settimana Antonella Abbatangelo, 41enne di Trani, mamma di un bimbo di 14 mesi, che è morta giovedì dopo aver contratto il Covid. Il decesso è avvenuto nell’ospedale Dimiccoli di Barletta dove è stata ricoverata per circa cinque giorni, dopo aver atteso 11 ore prima di essere accettata al Pronto soccorso.

Italiana muore in attesa ambulanza: per la clandestina incinta c’è l’elicottero

Il giorno precedente il suo ricovero a Barletta, inoltre, era stata rimandata a casa dal Pronto soccorso di Trani dove era andata perché non stava bene. Un cardiologo, Peppe Carpagnano, in servizio nello stesso ospedale in cui è morta Antonella, scrive sui social che “dopo un turno notturno di 12 ore” torni a “casa distrutto” e “ti arriva il messaggio del collega per informarti che la paziente di cui gli hai parlato è deceduta”. Il cardiologo rileva che “non abbiamo personale e strumenti adeguati” e “probabilmente sono state le misure inefficaci per contrastare il virus ad ucciderla”. Secondo la ricostruzione dell’accaduto, la 41enne, che non aveva particolari patologie, dopo una settimana in cui i sintomi del contagio si facevano sempre più evidenti, era stata accompagnata dai familiari al pronto soccorso dell’ospedale di Trani, che non sarebbe attrezzato per le cure Covid. Da qui la donna sarebbe stata rimandata a casa. L’indomani i familiari hanno contattato il medico di riferimento che le ha consigliato di andare al pronto soccorso di Barletta dove, dopo la lunga attesa, è stata ricoverata. I familiari per alcuni giorni sono riusciti ad ottenere solo frammentarie notizie sulle condizioni di salute della loro congiunta fino alla telefonata di giovedì che ne comunicava il decesso.

Qualcuno deve pagare. Quel qualcuno governa Regione e l’Italia. E non ha preparato il Paese alla seconda ondata per mesi. Si è impuntato con l’apertura delle scuole mentre chiudeva inutilmente altre attività.

Quel qualcuno è un assassino.




Vox

5 pensieri su “Muore a 41 anni di Covid dopo attesa 11 ore prima ricovero, Medico: “Non abbiamo strumenti””

  1. 1) Come fate ad affermare che la povera signora è morta “di” “Covid”. Avete letto la cartella clinica e/o il certificato di morte?
    2) Inoltre, e in ogni caso: non varrebbe semmai la pena di esigere dalle schifose “autorità pubbliche” itaGliane (sia statali, SIA REGIONALI) che fossero pubblicizzate e rese disponibili le terapie, indicate qui tanto dal sottoscritto quanto da “Caronte”, davvero efficaci, a portata di tutti e per nulla costose, in grado di sconfiggere facilmente e rapidamente questa simil-influenza?

  2. P. S., più che per voi, per i vostri lettori: assumete preventivamente ogni giorno (almeno) 5 grammi, per via orale, di vitamina C – il metodo più semplice ed efficace: sciogliere in mezzo litro d’acqua l’acido ascorbico (o anche l’ascorbato di potassio) in polvere e bere a sorsi nell’arco della giornata. Vedrete (io lo constato da anni) che le influenze o simil-influenze se ne staranno debitamente lontane da voi. Provare per credere.

  3. io il covid forte l’ho fatto e so cosa è. Le cazzate che scrivete, “non c’è” ecc mi fanno ne caldo ne freddo. Per quanto riguarda la ‘sanità’: E’ e sarà sempre una fogna esattamente come la magistratura e i porci in divisa. Se stava a casa non moriva. Ma fidandosi dello stato … questo è successo.

Lascia un commento