Sala è un gretino: vietato il fumo all’aperto

Condividi!

Certo, la qualità dell’aria a Milano dipende dai fumatori. Sala è proprio un gretino. E’ tipico di chi ha problemi reali non in grado di risolvere, concentrarsi su problemi inesistenti.

Il Consiglio comunale di Milano ha approvato, con 25 voti favorevoli, otto contrari, quattro astenuti e due consiglieri che non hanno partecipato al voto, il Regolamento per la qualità dell’aria che, tra le altre cose, introduce in città I dal primo gennaio 2021 il divieto di fumare all’aperto tranne che in luoghi isolati. Dalle fermate dei mezzi pubblici ai parchi, fino ai cimiteri e alle strutture sportive, come gli stadi, sarà proibito fumare nel raggio di 10 metri da altre persone.

Dal 1° gennaio 2025 il divieto di fumo sarà esteso a tutte le aree pubbliche all’aperto.






Vox

15 pensieri su “Sala è un gretino: vietato il fumo all’aperto”

  1. A me sembra giusto perché i fumatori sono dei rompicoglioni che si sentono in diritto di appestare chiunque, tanto sono all’aperto… Puzzate da fare schifo e date fastidio. Volete impestarvi i polmoni? Fatelo pure nel privato di casa vostra, senza infastidire gli altri.

  2. É vero che lo smog di Milano e di altre grosse città italiane, non é causato dal fumo delle sigarette, bensì dalle troppe vetture in circolazione nelle strade. Per esempio. Ed aggiungo anche dai troppi tralicci telefonici, e presto anche dai tanti ripetitori wi-fi del 5G che verranno installati. Però come scrive Painter, i fumatori con il loro vizio non solo fanno danni alla loro salute, ma anche di chi gli sta vicino e quel vizio non ce l’ha. Ognuno con la sua salute può fare quel che vuole, però un fumatore deve tenere conto che esistono tanti non fumatori, essere rispettoso e capire che gli dà fastidio. Molti fumatori da questo punto di vista sono maleducati.

    Fosse per me il vizio del fumo sarebbe vietato alle donne. In nome della parità, le donne si sono assimilate agli uomini nel loro lato peggiore. Io ad una donna che fuma come un turco mi schiferei a baciarla, anche fosse una gnocca. Purtroppo le donne che fumano non si rendono conto che il vizio del fumo gli fa perdere femminilità.

  3. Ma non capite che non c’entra niente che vi diano più o meno fastidio i fumatori, il punto è che la dittatura sta stringendo il cappio sempre più stretto!
    Non avete sentito che stanno vietando anche il riscaldamento a legna? L’ho sentito mentre giravo canale, spero di essere smentita. Gli brucia il culo forse che uno non utilizzi il costosissimo metano? Ed il vaccino che dicono sia pronto lo vogliono rendere obbligatorio!!!!!

    1. Per onestà, dal 2018 sarebbe vietato utilizzare camini aperti o chiusi e stufe a pellet con certificazione inferiore alle due stelle in tutti i comuni al di sotto dei 300 metri in Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia se la casa è dotata anche di un altro tipo di impianto di riscaldamento. Qui comunque se ne sbattono tutti, in pratica dovrebbero arrestare tutto il paese.

  4. “Ma non capite che non c’entra niente che vi diano più o meno fastidio i fumatori, il punto è che la dittatura sta stringendo il cappio sempre più stretto!”… mo, sembra che non lo capiscano. Forse si sveglieranno quando il boia toglierà lo sgabello sotto i loro piedi. Sarà troppo tardi.

  5. Penso anch’io Joe! Si preoccupano dell’alito che sa di nicotina. Un provvedimento assurdo ti deve far saltare sulla sedia di per se, perché ti hanno tolto, una volta ancora, il libero arbitrio. Riscaldandoti a legna lo metti nello stoppino alle multinazionali e quindi agli ebrei. Non me ne frega un caxxo se qualcuno non è d’accordo. Facciano le pulci ai camion con gli scarichi puzzolenti, alle fabbriche, ai roghi di diossina degli zingari, ce ne sarebbe una lista lunga come il vecchio elenco telefonico.

  6. “Un provvedimento assurdo ti deve far saltare sulla sedia di per se, perché ti hanno tolto, una volta ancora, il libero arbitrio. Riscaldandoti a legna lo metti nello stoppino alle multinazionali e quindi agli ebrei. Non me ne frega un caxxo se qualcuno non è d’accordo. Facciano le pulci ai camion con gli scarichi puzzolenti, alle fabbriche, ai roghi di diossina degli zingari, ce ne sarebbe una lista lunga come il vecchio elenco telefonico.” ESATTO al 100%, Zanetti. Ah, sopra… ho scritto “mo”, ma si deve leggere, naturalmente, “no”.

  7. sala l’hanno votato le donne e tutte le sardine che a milano sono IN MAGGIORANZA. E’ chiaro che fa quello che vuole. E voi obbedirete, tanto siete già mascherati in strada fuori dove si sa che la mascherella NON SERVE A UN CAZZO ! Siete dei beoti e dei servi senza cervello. VOI OBBEDIRETE!

Lascia un commento