Crisanti: “Non fate il primo vaccino”, non è sicuro

Condividi!

“Normalmente ci vogliono dai 5 agli 8 anni per produrre un vaccino. Per questo, senza dati a disposizione, io non farei il primo vaccino che dovesse arrivare a gennaio. Perché vorrei essere sicuro che questo vaccino sia stato opportunamente testato e che soddisfi tutti i criteri di sicurezza ed efficacia. Ne ho diritto come cittadino e non sono disposto ad accettare scorciatoie”, ha affermato Andrea Crisanti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Crisanti ha sottolineato di essere totalmente a favore dei vaccini, “ma questi di cui si parla sono stati sviluppati saltando la normale sequenza Fase 1, Fase 2 e Fase 3. Questo è successo perché hanno avuto fondi statali e quindi si sono potuti permettere di fare insieme le tre fasi perché i rischi erano a carico di chi aveva dato i quattrini”.

“Facendo le tre fasi in parallelo, uno si porta appresso tutti i problemi delle varie fasi. Quindi è vero che si arriva prima, ma poi c’è tutto un processo di revisione che non è facile da fare. In questo momento non abbiamo una vera arma a disposizione. Dobbiamo creare un sistema di sorveglianza nazionale che superi le differenze regionali, per equiparare le differenze tra le varie regioni”.

Un vaccino di cui non si conoscono gli effetti collaterali a medio termine potrebbe andare bene solo per i novantenni e chi rischia la morte se contagiato. Per tutti gli altri è un crimine.




Vox

15 pensieri su “Crisanti: “Non fate il primo vaccino”, non è sicuro”

  1. In via teorica ,la presenza casuale in un soggetto biologico di una trascriptasi inversa, consentirebbe di stampare una copia single strand di dna a partire dall rna del vaccino. Da li a polimerizzare a doppio filamento ci vuol poco. Un pezzo di dna doppio filamento potrebbe fare danni irreparabili. Tutto teorico, ma nessuno dice che sia impossibile. Pertanto il vaccino genico fatelo a Biden e compagnia. (Magari anche a Conte, perché no).🇮🇹

  2. Tanto non serve a niente, appena i governi hanno sganciato i quattrini il virus “muta” ed i vaccini non servono più a nulla: vedrete la giostra del coronavirus non si fermerà, almeno fino alla completa distruzione dell’economia occidentale e dei bianchi che la fanno prosperare avremo virus su virus, reali o immaginari che siano. Purtroppo immaginari perché strade disseminate di cadaveri, oibo’, non ne vedo.

  3. Vorrei aggiungere x Vox che somministrare il vaccino (anche se fosse il più efficace e sicuro del mondo) ad un malato grave non sortirebbe alcun effetto, non sarebbe una cavia utile, perché solo su chi è perfettamente sano lo si può testare. A quelli moribondi abbiamo appreso ieri, fanno ben altro.

  4. tutti tranquilli a dire no. Cari kompagni, ma lo sapete che vi faranno il passaporto sanitario ? e senza il vaccino non lavorate piu’ NEMMENO IN SMART WORKING ? siete così coglioni che pensate “han tolto la costituzione ma conte ci vuole bene, ci lascia lavorare”. Voi non avete piu’ il cervello. Il vaccino il primo lo farete ECCOME se volete portare a casa la pagnotta!

  5. C’è un fondo di verità in quanto dice Vocelibera, i comunali, statali ecc dovranno farlo o probabilmente perderanno il lavoro. Ottima scusa per mettere a posto loro posto degli stranieri. Potrebbero addirittura levarci la facoltà di entrare in un ospedale per cure o rifiutarsi di farci esami clinici.

  6. da anni noi parliamo di global conspiracy! tieh eccola joe!
    chi nn si vaccina perde la casa, il figlio, l’auto, il diritto a cure mediche, il diritto di voto, viene mandato al fronte russo dal generale Cadorna e sara’ mandato al massacro cone le corazze Fassina!,,,,,,deja vu

Lascia un commento