Trump gasatissimo da marcia su Washington

Condividi!

Tweet storm del vero presidente Usa dopo la grande marcia patriottica sulla capitale:

Trump: “Il popolo non accetta elezioni truccate: vinceremo” – VIDEO

L’ultimo, poco fa:

Se la Corte Suprema dovesse condividere l’incostituzionalità del non avere permesso la presenza di osservatori durante lo spoglio, non potrebbe fare altro che annullare il voto e rimandare alle Legislature degli Stati interessati dalla violazione la nomina dei Grandi Elettori che poi eleggono il Presidente. Tutte le Legislature decisive sono controllate dai repubblicani.




9 pensieri su “Trump gasatissimo da marcia su Washington”

    1. sullo stesso sito si parla anche della “sting operation” che poi si e’ svelata come una bufala
      https://ununiverso.blog/2020/11/06/arresti-di-massa-trump-aveva-preparato-una-sofisticata-trappola-per-i-democratici/

      quindi bisognerebbe cominciare a chiadersi
      se queste notizie sono realmente vere
      e nel caso non lo sono, prendere a parolacce chi le diffonde
      e capire le ragioni per cui lo fanno
      altrimenti facciamo la figura del leghista che si esilera e si strappa i capelli, con la propaganda per deficenti di Salvini

      1. Eh basta con sti leghisti. Sono ora il 24%, la Meloni simile il.16%.

        Chi sarebbero per te IDIOTA gli intelligenti? Il restante 60% che vota PD o Grullini o Renzi o LEU?

        O gli astenuti che sono la COLONNA PORTANTE DEL SISTEMA?

        DEMENTE

        1. quando il M5S ha preso per culo il suo elettorato e’ passato dal 32% al 10%
          ed i parlamentari girano con la scorta altrimenti qualcuno li potrebbe riempire di botte per strada

          quando la lega ha preso per culo il suo elettorato (nonostante avesse gia tanti precedenti)
          ha aumentato il consenso

          in questo modo e’ normale che sarete presi per culo a vita
          ma se salvini fosse crollato nel consenso, la prossima volta la Lega prima di prendervi per culo, ci penserebbe 2 volte, anzi 100 volte…..perche quando un politico tradisce il mandato deve uscire dal palazzo, come faranno quelli del M5S.

          1. Beh insomma, la Lega stando ai sondaggi e ai risultati delle ultime amministrative e regionali, è stata cannibalizzata da Fratelli d’Italia. E’ comunque il primo partito italiano, non più da 34%, ma da 27-28%. Altrimenti non si spiega perché FdI è al 15-16%, più della vecchia Alleanza Nazionale, ed ha scavalcato Forza Silvio.

            Il M5S ha preso per il culo i suoi elettori in maniera nettamente peggiore rispetto a Salvini. “Mai col partito di Bibbiano”, disse Giggino o’ bibbitaro, poi diversi mesi più tardi nasce il governo giallofucsia col PD, il più a sinistra della storia, il peggiore della storia italiana.

          2. Poveretto ti manca analisi logica.

            M5S intelligenti perché passati dal 32 al 10% quando presi per il culo.

            Ergo gli intelligenti sono quelli che hanno mollato i cinque grilli.

            Peccato ASINO IA IA IA che questi sono tutti elettori passati a Lega e poi dopo Papete in parte a Meloni

            Ne consegue che gli Elettori Lega e Meloni sono in gran parte almeno ex Grullini, quelli poi intelligenti…

            SEI PROPRIO SOTTOSVILUPPATO.

            UN GRULLINO LATENTE

  1. alla fine della fiera i voti che girano quelli sono, c’è un 40% circa che vota alternativamente Lega o FdI, e Forza Italia forse raggiunge un 7-8%.
    Il resto per la maggioranza assoluta lo si può raggiungere con opportunisti di vario calibro, altri ‘moderati’ e gente che si accalca sul carro del vincitore. Il voto è mobile, come le donne, soprattutto in questa epoca.
    Ecco un altro motivo per cui si parla di ‘stanchezza della democrazia’.

      1. In realtà questi dati sono destinati a peggiore a mano mano che gli italiano finiscono nella tomba e vengono concesse cittadinanze a vario titolo agli immigrati.
        Qualcuno potrebbe, erroneamente, prendere gli Stati Uniti come esempio. D’accordo, guardiamo i loro dati. Vedremo che nel corso dei decenni non c’è stato un grosso scollamento tra Repubblicani e Democratici nonostante la fortissima riduzione dei popoli bianchi, che fino agli anni ’50 erano il 90% della popolazione americana (un dato superiore all’attuale composizione etnica francese, belga, britannica, svedese e perfino spagnola).
        Ma non possiamo vedere solo i voti nudi e crudi. Come era il dibattito politico ALLORA, e come si sono mosse le ideologie da allora?
        La risposta è che un demo degli anni 60 sarebbe considerato, oggi, più a destra di un repubblicano supporter di Trump.
        Questa è la dinamica.
        Poi, se si scivola ancora, si arrivano ai dati sudafricani, dove ormai non esiste più una destra, un centro o una sinistra, ma esiste un modestissimo partito di bianchi che cerca di sopravvivere e far sopravvivere il suo popolo.

Lascia un commento