Usa2020, Messico non riconosce Biden: “E’ troppo presto”

Condividi!

Ai media e ai politicanti italiani forse è sfuggito, ma non c’è alcun presidente eletto negli Stati Uniti. E, al momento, viste le evidenti irregolarità, sarà molto difficile sia Biden.

VERIFICA LA NOTIZIA
A differenza di molti suoi colleghi con l’eiaculazione precoce, come il ‘nostro’ Mattarella, il presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador ha dichiarato che è troppo presto per congratularsi con Joe Biden, la cui vittoria su Donald Trump è stata ‘decisa’ dai media msm americani.

“Aspetteremo fino a quando tutti i problemi legali saranno risolti. Non vogliamo essere sconsiderati “, ha detto ai giornalisti Lopez Obrador.

“Non vogliamo agire con leggerezza e vogliamo essere rispettosi dell’autodeterminazione dei popoli e dei diritti degli altri”, ha aggiunto il presidente messicano, che ha avuto buoni rapporti con il presidente uscente.

Al di là delle evidenze dei brogli, abbiamo un candidato che si atta a presidente eletto perché lo hanno deciso i media che odiano Trump, ricambiati. E diversi Paesi stranieri che hanno riconosciuto questa ‘vittoria’ senza alcuna ufficialità: nessuno Stato americano ha ancora certificato i risultati.

Questo delinea chiaramente un complotto ad ampio raggio a livello globale oltre che una ignoranza profonda di come funziona il sistema elettorale americano.




3 pensieri su “Usa2020, Messico non riconosce Biden: “E’ troppo presto””

  1. Un tempo erano gli eserciti a proclamare sovrani gli usurpatori, oggi sono i media. E il popolo beota ormai si è convinto che qualsiasi azione di Trump che facesse invalidare il voto sarebbe attentato alla democrazia.

I commenti sono chiusi.