Cantante Antifà con 6 kg di droga: “Spaccio perché non posso fare concerti”

Condividi!

Il frontman del gruppo “Assalti Frontali”, Paolo Bevilacqua, in arte Pol G, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza perchè trovato con sei chili di stupefacente, marijuana e hashish nella sua abitazione nel quartiere Pigneto a Roma. “Non lavoro, non posso fare concerti e allora…” si è giustificato il 55enne romano quando i finanzieri lo hanno arrestato nella sua abitazione . Il cantante, fino ad oggi incensurato, è stato condannato a due anni di reclusione, con sospensione della pena, obbligo di firma e una multa di 20 mila euro.

L’andirivieni di persone nei pressi della palazzina in cui abita l’uomo ha attirato l’attenzione delle Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano che, una volta acquisiti sufficienti elementi, hanno deciso di perquisire l’abitazione del rapper trovando oltre 6 chilogrammi di stupefacente, tra marijuana e hashish, oltre a bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Il cantante è stato processato per direttissima dal Tribunale capitolino che lo ha condannato a pagare una multa di 20.000 euro. La partita di droga sequestrata, se piazzata sul mercato, avrebbe potuto fruttare oltre 100.000 euro.




Vox

4 pensieri su “Cantante Antifà con 6 kg di droga: “Spaccio perché non posso fare concerti””

Lascia un commento