Disastro DPCM, contagio fuori controllo: +31mila positivi, 199 morti e +1.000 ricoverati

Condividi!

Continua a salire la curva del contagio
in Italia: sono 31.084 i nuovi casi
(26.831 i precedenti). Nuovo record di
tamponi, 215.085. Sono i dati del mini-
stero della Salute.

In lieve calo i decessi, 199 contro i
precedenti 217,per un totale di 38.321.
Salgono a 1.746 i ricoveri in terapia
intensiva (+95).

Si registrano 8.960 nuovi casi nella
sola Lombardia. Nel Lazio, per la prima
volta sopra i 2 mila, 2.246.

Nel bollettino di oggi: 31.084 nuovi casi e 199 morti nelle ultime 24 ore, con 199 decessi e un incremento delle terapie intensive di 95 unità. Il tasso dei positivi sale al 14,5%

Per quanto riguarda i dati ospedalieri, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.030 ricoveri con sintomi (16.994 in totale) e 95 in terapia intensiva (1.746).

“Rispetto alla prima fase dell’epidemia, e’ cresciuto vertiginosamente il numero dei contagiati con sintomi. Sia con insufficienza respiratoria acuta di gravita’ intermedia, che con polmoniti interstiziali e saturazione bassissima. E’ questo il motivo che manda in crisi i reparti di terapia subintensiva e di medicina d’urgenza ospedaliera. E siamo solo all’inizio della stagione invernale: abbiamo un disperato bisogno che la prima linea di intervento venga rafforzata subito”. Lo ha detto il presidente nazionale della Sis 118 Mario Balzanelli.

Oggi non ci sono buone notizie, ieri 26.831 casi oggi abbiamo superato 31mila abbondantemente”. Lo ha detto Gianni Rezza il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, al monitoraggio settimanale Iss-Ministero.

Iss:rapido incremento, verso scenario 4
L’indice Rt di trasmissibilità del con-
tagio calcolato sui sintomatici è pari
a 1,7, nel periodo 8-21 ottobre.In gran
parte delle regioni italiane è superio-
re a 1,25. Lo rileva il monitoraggio
settimanale Iss-ministero della Salute.

L’epidemia in Italia è in “rapido peg-
gioramento”, in evoluzione verso uno
scenario di tipo 4.E’ già così in alcu-
ne regioni, con rischio di tenuta dei
servizi sanitari. Con il gran numero di
nuovi casi è difficile garantire il
tracciamento, spiega Brusaferro.Occorre
“ridurre le interazioni fra persone”.

Covid: in Lombardia sfiorati i 10mila contagi, boom a Milano

La Valle d’Aosta – la regione più ‘contagiata’ di Italia in base ai principali parametri (decessi, ricoveri, terapie intensive, contagiati) – ha disposto il coprifuoco per contenere la diffusione del virus. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Erik Lavevaz, in conferenza stampa. Il divieto di circolare sara’ in vigore dalle 21 alle 5 in tutta la regione.




Vox

20 pensieri su “Disastro DPCM, contagio fuori controllo: +31mila positivi, 199 morti e +1.000 ricoverati”

  1. Da mercoledì 28 ottobre (ricordiamo che il mercoledì è’ il primo giorno della settimana nella religione del coronavirus) la curva dei contagi cambia, ovvero passiamo da un raddoppio dei nuovi casi ogni settimana ad un incremento dei casi del 65% rispetto alla settimana precedente. Più che un miglioramento potrebbe essere il risultato della inadeguatezza dei tamponi a rilevare tanti positivi, ma comunque il dato c’e’, insieme a quello della curva dei morti che a questo punto non decolla come i contagi passati. Il rapporto tra positivi su nuovi casi testati arriva al 23,96%, a marzo era poco superiore e con soli 15.000 tamponi e 1500 morti al giorno. Qualcosa non va. Sono i morti, troppo pochi, difficili da fabbricare anche per il manipolatore più esperto. Pochi, vecchissimi, malati… Fateceli vedere!!!

  2. Mi chiedo fino a quando reggerete a sopportare gli insulti quotidiani da parte di gente che non è nemmeno di Destra ma di estrema sinistra, dopo 8 lunghi e duri anni da quando aprì la piattaforma.

  3. Il disastro non l’ha creato il DPCM, ma comunque il governo giallofucsia per aver favorito lo sbarco di clandestini infetti, e per aver consentito la riapertura immediata di pub e discoteche, dove i contagi in estate sono sicuramente dilagati.

  4. Ma andate a cagare. 199 morti in un giorno e in questa stagione non sono un cazzo. I vecchi muoiono, come è sempre stato e come sempre sarà. Ricordiamoci che ogni morto è buono per fare numero covidioti del cazzo. Avete rotto con questo terrorismo filogovernofrociolavandaiebibitaripuzzetta! BASTA!!! Tirate fuori i coglioni, ma cosa siete? Donnicciole isteriche? AVETE ROTTO!!! A V E T E R O T T O !!!

    1. “Avete rotto con questo terrorismo filogovernofrociolavandaiebibitaripuzzetta! BASTA!!! Tirate fuori i coglioni, ma cosa siete? Donnicciole isteriche? AVETE ROTTO!!! A V E T E R O T T O !!!”… Sì, ma non ti preoccupare: non gliene frega niente del giudizio dei lettori. Loro devono render conto solo a Capitan Kippahfindus… fino a quando sbatteranno la testa, insieme con ‘sto pirlone, sul fondo della foiba. La discesa è solo iniziata.

  5. “Mi chiedo fino a quando reggerete a sopportare gli insulti quotidiani da parte di gente che non è nemmeno di Destra ma di estrema sinistra”… eheheeh… “Marte Ultore”, anonimo vigliaccone… non ti basta la censura che ogni giorno, anche senza le tue raccomandazioni, i poveri kosherlegaioli di “Vox” mi fanno in semi-automatico… vorresti che la bocca mi fosse murata tout court, nevvero?… Non cambierebbe nulla: continuerei a scrivere liberamente e pubblicamente (cfr. https://groups.io/g/libertari/messages). Per farmi tacere dovresti solo spararmi (alle spalle, s’intende). A proposito. Il sottoscritto di “estrema sinistra”????… UAUAUAUUUAAAAAAAHHHH!!!… Hai veramente un cervello e una sensibilità “di Destra” (con la “d” maiuscola, mi raccomando).

  6. joe nn farci caso, guarda e passa avanti diceva il Sommo!
    per colui che si definsice Dstra si riduce solo tutto a dare del negro di merda a todos! conosco un sacco di africani che manco ci voglion venrire in europa! te credo afrika terra stupenda!
    la spettacolare padania? uan regione del sud europa morfologicamente montuosa e nulla piu”’..aspett…PM10 alle stelle….poi vi vaccinate e vi lamentate delle “curve”….tanto i dottori – militari le cose le sano, le sanno!

Lascia un commento