Bibbiano, processo rinviato di un altro mese

Condividi!

Dopo un anno e mezzo di attesa, nuovo rinvio al 23 novembre. Non c’erano gli imputati, rappresentati dai loro legali, stamattina nell’aula del Tribunale di Reggio Emilia, ma schierati nella piazza si sono fatti sentire decine di genitori delle vittime del sistema che secondo le accuse rubava i bambini per poi darli ai gay o piazzarli nel business delle coop accoglienza.

La prima udienza preliminare del processo “Angeli & Demoni” sui presunti affidi illeciti è proseguita per circa due ore. È stata un’udienza tecnica nella quale sono state sollevate due eccezioni. La prima presentata dall’avvocato Rossella Ognibene – che difende Federica Anghinolfi, ex dirigente dei servizi sociali dell’Unione val d’Enza – sull’incompletezza del fascicolo delle indagini preliminari condotte dalla pm Valentina Salvi. Su questa il tribunale si è riservato di decidere il prossimo 23 novembre, data alla quale è stato rinviato il processo (dove sarà riunita la posizione di un imputato – oggi temporaneamente stralciata).




Vox

Un pensiero su “Bibbiano, processo rinviato di un altro mese”

Lascia un commento