SGOZZATA DA ISLAMICO, PRIMA DI MORIRE: “DITE AI MIEI FIGLI CHE LI AMO”

Condividi!

Una delle tre vittime, una donna che era stata appena sgozzata dall’immigrato islamico, è riuscita a fuggire in un bar e, prima di esalare l’ultimo respiro, a dire: “Dite ai miei figli che li amo”.

Ecco. Anche solo per questo, milioni di islamici devono essere cacciati dall’Europa. E’ tempo di una grande rivolta.

Identificate le tre vittime:

Delle tre vittime dell’attentatore di Nizza, due sarebbero state uccise all’interno della basilica di Notre-Dame, secondo quanto riportato da fonti governative. Una donna di 70 anni, entrata di buon mattino in chiesa, è stata decapitata dall’attentatore armato di coltello. La polizia parla di una donna anziana sgozzata, “quasi decapitata” vicino l’acquasantiera. Stessa sorte è toccata al custode della chiesa, deceduto dopo essere stato sgozzato dal terrorista. La terza vittima, un’altra donna, invece, gravemente ferita, è morta in un bar nei dintorni della basilica di Notre-Dame, dove aveva cercato di trovare rifugio dal suo assassino.




Vox

16 pensieri su “SGOZZATA DA ISLAMICO, PRIMA DI MORIRE: “DITE AI MIEI FIGLI CHE LI AMO””

    1. Porca troia!Dipende dalla profondità della ferita, se l’arteria non é completamente recisa ma perdi un fiume di sangue non muori proprio all’istante, anche se vieni decapitato x qualche secondo ti muovi ancora, certo che se fai queste uscite x il gusto di sfottere…
      Ti fossi trovato tu li in mezzo non so se te la ridevi!Cosa ti serve x credere alla notizia, vedere un video integrale con zoom sulle ferite?
      Se queste merde non vengono cancellate questi attacchi saranno la quotidianità ovunque xché il loro unico scopo é sfruttare ed uccidere ma quelli come te si rifiutano di levarsi la benda.

      1. “troia!Dipende dalla profondità della ferita, se l’arteria non é completamente recisa” è difficile essere decapitati senza recidere l’arteria. Almeno dalle mie parti. Dalle tue forse funziona in altro modo…

        1. Mi pare evidente che rifiuti di capire, non che non ci arrivi ma rifiuti proprio!
          Se per te é tutta “narrazione”, hai tutto il diritto di pensarlo, prega solo di non assistere o trovarti in queste situazioni qui.

          1. Dalle mie parti i fatti e le parole hanno un significato preciso. La decapitazione non prevede la possibilità di fuggire o fare altro.

          2. “Le vittime sono una donna di 70 anni, decapitata all’interno della cattedrale, il guardiano della chiesa, che è stato sgozzato, mentre un’altra donna, ferita all’interno della cattedrale, e che era riuscita a fuggire dall’attentatore trovando rifugio in bar, è morta dopo pochi minuti nonostante i soccorsi.” (giornale.it) Ergo quella decapitata, cone ovvio, era rimasta in chiesa, mentre quella arrivata al bar si ferita ma non certo decapitata. Se Vox scrive notizie a caz** non è certo colpa mia. Qualcuno altro potrebbe invece connettere i neuroni e ragionare un minimo sulle notizie. Non ci vuole molto. Serve solo un po’ di volontà.

  1. Servirebbe una grande rivolta dice il redattore. Sì, ma la gente si ‘rivolta’ se gli impedisci l’apertivo, o la festicciola. Di fronte alle violenze dell’immigrazioni ho visto solo silenzio, o al massimo, la demenziale manifestazione dei pennarelli.

Lascia un commento