Nigeriano stacca a morsi orecchio ad agente e ne azzanna altri tre

Condividi!

Nel carcere di Campobasso dove un detenuto nigeriano si è dato al cannibalismo: ha staccato a morsi un orecchio ad un agente e poi lo ha ingoiato. A lanciare l’allarme su Twitter è Francesco Laur, vicepresidente Uspp (Unione sindacali polizia penitenziaria): “Fateli uscire tutti prima che ci mangino vivi. Bonafede Dimettiti”.

Quattro agenti della polizia penitenziaria presi a morsi da un
detenuto nigeriano. Momenti di caos e panico poco fa nel carcere di Campobasso.
A darne notizia il segretario generale del Spp Aldo Di Giacomo, che ha descritto una
situazione che, per certi versi, ricorda il film con protagonista il famoso personaggio
Hannibal Lecter.
“E’ di qualche minuto fa – annuncia – la notizia che un detenuto nigeriano
psichiatrico ha preso a morsi 4 poliziotti penitenziari. A uno ha addirittura staccato
un pezzo di orecchio. Il nigeriano negli ultimi giorni si è reso partecipe di altre due
aggressioni nei confronti di altrettanti poliziotti.
L’episodio di oggi riapre il tema, più volte segnalato da questa sigla sindacale, dei
detenuti psichiatrici abbandonati nelle galere”.




Vox

4 pensieri su “Nigeriano stacca a morsi orecchio ad agente e ne azzanna altri tre”

  1. Carissimo Francesco Laura, ho il massimo rispetto e solidarietà per il suo lavoro e per gli agenti della Polizia Penitenziaria.
    Questi soggetti “recalcitranti” dovrebbero essere trattati all’interno del carcere.
    Intendo dire ……… in camera caritatis, nel senso che …… potreste non sorvegliarli h 24 e loro improvvisamente una notte ….. potrebbero in un sussulto di orgoglio suicidarsi.

Lascia un commento