La rivolta non si ferma: migliaia in marcia in tutta Italia – VIDEO

Condividi!

Dopo le grandi manifestazioni di oggi:

Migliaia in piazza, avviso a Conte: “Noi siamo il popolo, ti veniamo a prendere” – VIDEO

Migliaia in piazza chiedono la cacciata di Conte: “Libertà!” – VIDEO

Anche in serata la protesta non si ferma:

Lancio di bottiglie, scoppio di petardi, accensione di fumogeni, cariche di alleggerimento da parte delle forze dell’ordine: disordini e tensione nella centrale piazza De Ferrari a Genova. In piazza era stata organizzata una manifestazione per protestare contro l’ultimo Dpcm che ordina la chiusura di attività come palestre piscine, cinema e teatri e lo stop dell’attività di bar e ristoranti alle 18. Circa 500 tra commercianti, studenti, partite iva, ma anche esponenti della destra genovese e dei centri sociali, si sono radunati davanti al palazzo della Regione e la tensione è salita quanto sono arrivati gli ultras di Sampdoria e Genoa. Non ci sono stati danneggiamenti. La piazza era presidiata dalle forze dell’ordine.

Tensioni a Palermo durante la manife-
stazione organizzata dai commercianti
contro le chiusure imposte dal Dpcm.

Teatro dei tafferugli i Quattro Canti,
in pieno centro storico. Alcuni appar-
tenenti ai centri sociali,infiltratisi,
hanno lanciato fumogeni e bombe carta
contro le forze dell’ordine che hanno
reagito con una carica. Un petardo ha
colpito un operatore Tv. Due i fermi.

Una seconda manifestazione davanti a
Palazzo d’Orleans,sede della presidenza
della Regione,con esponenti Forza Nuova




Vox

2 pensieri su “La rivolta non si ferma: migliaia in marcia in tutta Italia – VIDEO”

  1. La loro protesta é comprensibile. Perché lo Stato, se loro chiudono, non gli dà neppure un centesimo di euro e non sospende il pagamento dei tributi. Che é quello che fanno tutti i governi dei paesi colpiti dalla pandemia.

    Eppure ci sarebbe una voce da tagliare in modo così da poter dare soldi ai titolari degli esercizi costretti a chiudere per il lockdown: i 5 miliardi di soldi buttati per l’accoglienza e il mantenimento dei falsi profughi africani che scappano da guerre inesistenti.

Lascia un commento