Serie A continua a diffondere il contagio: ma loro non li fermano

Condividi!

Chiudono piscine e palestre, presidi sanitari prima che sportivi, ma il business prosegue e diffonde il contagio:

E’ indecente che impediscano ai cittadini di fare sport e lo permettano a pochi eletti per questioni di soldi.

E vogliono anche i soldi dai contribuenti:

Anche Ghirelli ha lanciato l’sos al governo. Un danno enorme per tutti. Sinora la serie A ci ha rimesso circa 500 milioni (fra biglietti, sponsor, merchandising) ed è pronta a chiedere aiuto allo Stato: sgravi fiscali e un ristoro economico come altre categorie danneggiare. Il mondo dello spettacolo, cui si paragona il calcio, ha avuto sinora 70 milioni. Ma i club di calcio sono società per azioni a scopo di lucro (tre sono quotati in Borsa): ci potrebbe essere il rischio, secondo alcune interpretazioni, del reato di aiuti di Stato? Certo, i club ci rimettono (e ci rimetteranno tantissimo, compreso quelli che giocano in Europa) ma i calciatori non cedono un euro di quello che guadagnano. Almeno per ora. Situazione non facile.




Vox

2 pensieri su “Serie A continua a diffondere il contagio: ma loro non li fermano”

Lascia un commento