Criminalità: in testa le città governate dal PD e piene di immigrati

Condividi!

Grande risultato ottenuto dai sindaci PD di Milano e Firenze che sono riusciti a piazzare le proprie città in testa alla classifica per numero di crimini. Presto consegneremo loro il premio ‘Laviolo d’Oro’. Con menzione speciale per Fontana.

Se la provincia di Milano si conferma la maglia nera per numero di reati denunciati nel 2019 in rapporto alla popolazione residente, Firenze la segue a ruota, salendo di un posto in classifica rispetto allo scorso anno con Rimini sul terzo gradino del podio. La classifica è stata pubblicata da ilsole24ore.com

Un primato poco lusinghiero per la provincia toscana che registra, nel complesso, un lieve calo dei reati denunciati nel corso del 2019 (-1,4%), ma svetta nei furti con destrezza, che rispetto al 2018 sono invece aumentati del 13,8%, nei furti in abitazione e in quelli che colpiscono esercizi commerciali: «Firenze è una delle città, delle province, in cui il rapporto turisti/abitanti è più alto in assoluto – dice il sindaco Dario Nardella, al secondo mandato – e purtroppo gran parte di questi furti sono fatti proprio a danno di chi viene in città per vacanza».

Quest’anno Firenze e provincia si piazzano nei primi posti per reati connessi allo spaccio e agli stupefacenti, con denunce in aumento sul 2018. Un ambito che il sindaco ammette di aver seguito da vicino: «In città abbiamo avviato una battaglia contro la droga istituendo, proprio nel 2019, squadre di polizia municipale con cani anti droga che affiancano polizia e carabinieri. Vediamo già i primi risultati».

Li vediamo:

Venti vigili placcano donna a passeggio senza mascherina. FOLLA: “Andate a prendere i clandestini” – VIDEO

La nella top 10 delle province a più alto tasso di criminalità (denunciata) si confermano le grandi aree metropolitane come Bologna (4ª), Torino (5ª) e Roma (6ª). Genova, invece, lascia spazio a Modena (10ª, con un +3,6% di denunce sul 2018).

Cosa accomuna le città prime in classifica? Sono tutte piene di immigrati e sono tutte governate dai giallorossi.




Vox

7 pensieri su “Criminalità: in testa le città governate dal PD e piene di immigrati”

  1. “Cosa accomuna le città prime in classifica? Sono tutte piene di immigrati e sono tutte governate dai giallorossi.”: vero, però Milano e Roma in passato hanno avuto pure sindaci di centrodestra.

    1. Vero, questo a causa della tolleranza diffusa e di leggi sinistramente interpretate a favore dei necri!Tutto xché nessuno ha mai osato dire chiaramente che non li vogliamo, ci stanno sul cazzo, sono un peso ed un pericolo, portatori di degrado e malattie, criminalità e anticultura.

      1. Un sindaco ex missino di una grande città meridionale, che è stato pure Senatore della Repubblica ed Europarlamentare, un paio di anni fa concedette a un nutrito gruppo di vu cumprà senegalesi un’intera piazza per farvi il loro mercatino. Lui disse “sono persone oneste e che sono qui per lavorare”.

        Ma come si fa, per la miseria! Con una “destra” così. Culturalmente prona alla sinistra.

  2. CHIVASSO è governata dal “PD” ma non ci trovi né un venditore ambulante abusivo, né un accattone clandestino, né un negro “parcheggiatore” abusivo, nè un nord-africano “madonnaro”, né un negro drogatore, né una negra mignotta, né un distributore-di-volantini-schiavo-pakistano, né un lava-vetri slavo, né uno zingaro ladruncolo, né un fumatore bangla-deshi in sala d’attesa alla Stazione Ferroviaria, né un camorrista, né un tangentista, né …….
    ( 1-segue )

  3. In questa epoca converrebbe esser di sinistra per fare politiche di destra.
    Visto che la destrina italica si scappella troppo verso la sinistra, perché devono sempre dimostrare di essere dei bravi ragazzi a mammona rossa.

Lascia un commento