La protesta anti-lockdown dilaga: centinaia sotto Regione Val d’Aosta

Condividi!

Centinaia di cittadini hanno manifestato sotto il palazzo della Regione Valle d’Aosta per la ‘Marcia della liberazione’, organizzata da un gruppo di cittadini sottoposti nei giorni scorsi all’isolamento nei comuni di Chambave, Verrayes e Saint-Denis, dichiarati ‘zona rossa’ dal 15 al 22 ottobre.

Su striscioni e cartelli sono apparsi rimandi alla Costituzione e slogan come “La crisi economica uccide più del virus”, “Non trattateci da stupidi. Non servono lockdown per garantire salute e sicurezza”, “Non neghiamo nulla! I cittadini meritano verità e rispetto”, “Chi rinuncia ai diritti per la salute perderà sia i diritti che la salute”.




Vox

3 pensieri su “La protesta anti-lockdown dilaga: centinaia sotto Regione Val d’Aosta”

  1. Esatto, per garantire salute e sicurezza ci vogliono limitazioni e precauzioni. Chiudere tutte le attività economiche é da stolti oltre che inutile.

    Con il virus ci dobbiamo convivere, e per non contrarlo non é necessario essere tafazzisti.

  2. Ci vogliono distruggere,vogliono creare miseria,povertà,disperazione e importare immigrati,quel BUFFONE di Conte,ha il mandato per distruggere questo paese e noi siamo una branco di coglioni,perchè glielo stiamo permettendo.

Lascia un commento