Circolare svizzera: “lasciate morire gli over 85 anni”

Condividi!

In un documento in vigore dal 20 marzo, sono indicate le tipologie di pazienti destinati a NON essere ricoverati in Terapia Intensiva: “Età superiore a 85 anni. Età superiore a 75 anni accompagnata da almeno uno dei seguenti criteri: cirrosi epatica, insufficienza renale cronica stadio III, insufficienza cardiaca di classe NYHA superiore a 1 e sopravvivenza stimata a meno di 24 mesi”.

A lunedì scorso, ultimo dato disponibile – scrive la Stampa – in Svizzera c’erano 22 mila 301 posti letto, di cui 6 mila e 353 ancora liberi. Con 586 pazienti ricoverati per Covid-19, di cui 97 in terapia intensiva e 29 intubati. Franco Denti, il presidente dell’Ordine dei Medici del Canton Ticino, ha spiegato che, “quando è uscita questa direttiva siamo saltati sulla sedia. Decidere chi rianimare e chi no è pesante, pesantissimo per qualsiasi medico. Ma questo documento, che è pubblico, è a garanzia dei medici e degli stessi pazienti che potrebbero non aver voglia di essere sottoposti a ulteriori cure. Ogni decisione spetta ai comitati etici degli ospedali. Non mi risulta che sia già successo, ma siamo molto preoccupati”, ha concluso.




Vox

6 pensieri su “Circolare svizzera: “lasciate morire gli over 85 anni””

    1. Mi sembrano misure di buon senso, se stufassimo chi ha più di 85 anni o più di 75 anni con patologie incurabili avremmo risolto sta solfa delle terapie intensive insufficienti. In tempo di guerra pan di veccia.

  1. Lo si faccia coi sessantottini che oggi hanno tra i 65 e i 75 anni, che con la loro contestazione hanno diffuso nella nostra società un virus ben peggiore del Covid-19, il marxismo culturale occidentalista targato Adorno-Horkheimer-Marcuse-Popper.

Lascia un commento