CONTAGI RADDOPPIATI IN LOMBARDIA, CAOS A MILANO: TRIPLICATI IN VENETO IN 24 ORE

Condividi!

Inevitabile quando diffondi migliaia di individui, spesso clandestini, nei territori metropolitani a consegnare. Consegnano il virus.

Nelle ultime 24 ore, infatti, ci sono stati 4.126 nuovi positivi SOLO IN LOMBARIA, rispetto ai 2.023 di ieri. Di questi, 1.858 nella sola Milano. Un raddoppio in 24 ore. Numeri che arrivano poco dopo il definitivo via libera al coprifuoco che scatterà domani, giovedì 22 ottobre.

E’ evidente che a Milano la situazione è fuori controllo. Le grandi città, coi loro sistemi di trasporto e le migliaia di clandestini che fanno i rider, sono un incubatore perfetto del virus.

“Le strutture sanitarie temporanee allestite nei padiglioni della Fiera di Milano e di Bergamo riaprono nei prossimi giorni e garantiranno al sistema lombardo i primi 201 posti letto aggiuntivi di cure intensive, che saranno gradualmente occupati”. Lo annuncia il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al termine della riunione della Giunta che ha varato uno specifico provvedimento in materia, proposto dall’assessore al Welfare, Giulio Gallera.

Immigrato positivo lascia quarantena e prende la metro a Milano

Allarme rosso anche in Veneto, dove si registra un boom di positività nelle ultime 24 ore: 1.422 contagi rispetto ai 490 del giorno precedente:

Covid-19, in Veneto è boom di contagi: ringraziate i bengalesi di Fincantieri

Cifre spaventose, ma Luca Zaia esclude il lockdown: “In Veneto in questo momento il tema del lockdown assolutamente non c’è, non lo prendiamo in considerazione”. E ancora: “Oggi abbiamo 66 pazienti in terapia intensiva. Guardiamo con attenzione a questa evoluzione. I modelli dicono che la curva è entrata nella fase di crescita. Il nostro ruolo è fare in modo che si impenni con gradualità e che si alzi il meno possibile”, ha concluso.

Le regioni più colpite sono quelle con la maggiore presenza di immigrati. Più quella dove sbarcano i clandestini. Può essere un caso? No.




Vox

7 pensieri su “CONTAGI RADDOPPIATI IN LOMBARDIA, CAOS A MILANO: TRIPLICATI IN VENETO IN 24 ORE”

  1. A5: corazzata Veneto affondata! B2: portaerei Lombardia affondata! Lega ed altre opposizioni non hanno voluto fare la guerra al governo e a Mattarella, ed ora crollano per primi schiantato dal peso delle responsabilità. Zaia cadrà nella polvere, sarà umiliato, farà la fine dei polli di Renzo Tramaglino, che si beccano tra di loro come dei dementi.

  2. purtroppo il sostenitore lega, da sempre viene riconosciuto come il piu ignorante.
    E da dove viene Zaia?
    QUALI PERCENTUALI HA PRESO ALLE ULTIME ELEZIONI?

    se domani mattina a questi elettori
    Zaia gli dice di usare un dildo, per evitare che il virus possa entrare dall’orifizio anale, questi lo fanno e ci godono pure!

Lascia un commento