Francia, tenta di sgozzare donna al grido “Allah Akbar”

Condividi!

Ennesimo attacco islamico a Rouen, dove alcuni anni fa due ragazzini islamici sgozzarono un prete sotto l’altare.

VERIFICA LA NOTIZIA

Un musulmano ha aggredito una donna con un coltello al grido “Allah Akbar” nella piazza del mercato vecchio.

I fatti risalgono al giorno successivo la decapitazione di Samuel Paty in Val d’Oise.

La polizia di Rouen è stata chiamata in Place du Vieux Marché per la presenza di un individuo armato di coltello che gridava “Allah akbar” [“Dio è grande”, ndr] . Al loro arrivo, l’uomo è fuggito. Sono stati poi informati via radio di una seconda aggressione con un’arma a una giovane donna poco distante dai primi fatti. La polizia trova lì la vittima, che identifica il sospettato.

L’islamico era stato appena rilasciato, solo “due giorni prima”. Ha ben 36 precedenti.




Vox

5 pensieri su “Francia, tenta di sgozzare donna al grido “Allah Akbar””

    1. Uno che ha 36 precedenti non può essere “trattato” nel rispetto dei principi democratici.
      Se qualcuno pensa di convivere con questa gente di mmerda assicurando tutte le garanzie democratiche vuol dire che è o un traditore o è uno che non capisce un cazzo.
      Uno con 36 precedenti dovrebbe essere portato in commissariato ed uscire dentro una valigia ( non come Kappler, come Pamela Mastropietro).
      Uno che accumula 36 precedenti vuol dire che è venuto in Europa per porre in essere scorribande.

Lascia un commento