L’orologio di Conte da 5mila euro? Basta guardarlo al ‘contrario’ e l’ora è corretta

Condividi!

Polemica per l’orologio di Conte che, secondo alcuni, indicherebbe che la conferenza stampa di ieri sera sarebbe stata pre-registrata e non andata in diretta dalle 21:30 in poi.

In realtà, basta guardare l’orologio per il verso in cui andrebbe letto, e l’orario torna:

Non facciamo del complottismo privo di senso. Semmai, è interessante quello che dice Simone Bruni, direttore de La clessidra, una delle più prestigiose riviste dedicate agli orologi, che intervistato a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio 1, ha spiegato: “Si tratta di un orologio di fascia medio alta. Il modello? Un Eberhard Extra Fort, molto bello, che costa dai tremila ai cinquemila euro, forse un po’ di più”. Insomma, il presunto avvocato del popolo si tratta bene, molto bene. Ma perché segnava un orario sbagliato? “La cosa più probabile è che il premier avesse lasciato il suo orologio da parte, magari in un cassetto, per indossarlo solo poco prima della conferenza”, spiega Bruni. Insomma, l’orologio delle grandi occasioni, come spesso accade, potrebbe essersi scaricato per inutilizzo. “Sì, perché quello è un orologio automatico, per cui se lo si lascia fermo da una parte, la carica si esaurisce e si ferma”, conclude l’esperto.




Vox

Lascia un commento