Marsala, africani spezzano gamba a poliziotto e italiani organizzano spedizioni punitive

Condividi!

Echi di guerra razziale dalla Sicilia.

Sul caso dei cosiddetti ‘raid punitivi razzisti’ a Marsala, ci sono da fare alcune precisazioni:

Raid punitivi in Sicilia contro gli africani: “Non dovete stare in Italia” – VIDEO

Parliamo di una città dove il degrado portato dagli immigrati è, come in tutte le città italiane, dilagante. Visto che il cosiddetto Stato non solo non fa nulla, ma anzi lavora per aumentare questo degrado, era e sarà sempre più inevitabile che i cittadini reagiscano: legittima difesa. Che poi questa reazione possa prendere vie scomposte, è colpa di chi crea le condizioni di degrado.

Non vuoi che giovani italiani vadano a caccia di spacciatori africani? Non importi spacciatori africani:

Spedizione punitiva contro immigrati: “Imparano a rispettare italiani”

A Marsala, branchi di africani hanno spezzato una gamba ad un poliziotto:

40 TUNISINI IN FUGA DA QUARANTENA: SPEZZATA GAMBA A POLIZIOTTO

Ma l’allarme è il ‘razzismo’ di chi reagisce in modo scomposto. Perché non solo lasciano invadere il nostro territorio, ma usano il ricatto morale del ‘razzismo’ per impedire ogni reazione.




Vox

Un pensiero su “Marsala, africani spezzano gamba a poliziotto e italiani organizzano spedizioni punitive”

  1. Abolire di conseguenza la legge mancino e tutte le altre puttanate che ha fato la sinistra.Cambiare le regole di ingaggio delle forze dell’ordine e dare libero arbitrio sull’uso delle armi in dotazione.Nessuna conseguenza penale.

Lascia un commento