Boom di infetti in Veneto grazie ai migranti in centro accoglienza

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Impennata dei casi di Coronavirus in Veneto, con 445 nuovi contagi in un solo giorno, cifra che porta il totale a 27.896 dall’inizio dell’epidemia. Ci sono anche 5 vittime rispetto a ieri (sono 2.183 i morti complessivi). Lo afferma il bollettino della Regione. Sul numero di nuovi infetti incide – spiega la Regione – incide il focolaio registrato tra i migranti ospiti dell’ex caserma Zanusso a Oderzo (Treviso), mentre altri sono focolai di origine famigliare.

Sono 61 i positivi al Convid-19 riscontrati tra richiedenti asilo e operatori nella ex caserma militare “Zanusso” di Oderzo. Lo riferisce la Prefettura di Treviso sulla base dei risultati riportati dall’azienda sanitaria Ulss 2.
Nei giorni scorsi i migranti ospiti nel centro di accoglienza, dopo l’individuazione fra di loro di cinque casi di positività, avevano opposto un rifiuto a sottoporsi alla verifica e le autorità avevano deciso di isolare del tutto la struttura.
I soggetti positivi sono stati posti in quarantena all’interno dell’ex caserma. Per l’ulteriore conferma della positività bisognerà attendere domani l’esito del tampone molecolare.

«Maxifocolaio alla Zanusso, una vergogna annunciata»

«Chiusura immediata del centro di accoglienza straordinaria di Oderzo. Ho presentato in queste ore un’interrogazione al ministro Lamorgese sulla vergogna annunciata e puntualmente avvenuta nell’ex Caserma Zanusso. Il maxifocolaio di Covid-19 scoppiato nella struttura è la prova provata che certa gente non ne vuole sapere un bel nulla delle regole. Alla faccia della sicurezza e della salute dei cittadini di Oderzo, gravemente preoccupati ma anche sdegnati per il rifiuto a sottoporsi ai tamponi opposto dai settanta richiedenti asilo ospiti della Zanusso. Risultato: sarebbero ben 61 i positivi accertati al Covid-19, di cui 58 immigrati ospiti del centro e tre operatori. Peraltro, un grave remake di quanto già avvenuto al centro di accoglienza dell’ex Caserma ‘Serena’ di Dosson, a conferma che la scelta dell’attuale maggioranza di Governo di non attivare misure di contrasto ai flussi migratori irregolari verso il nostro Paese – soprattutto in un periodo di dichiarata emergenza sanitaria da Covid-19 – sta esponendo la popolazione a continui, ingiustificati e gravissimi rischi per la sicurezza e la salute». Così il deputato opitergino della Lega, Franco Manzato.




Vox

2 pensieri su “Boom di infetti in Veneto grazie ai migranti in centro accoglienza”

Lascia un commento