Pescatori tunisini clandestini: a bordo carico di droga – VIDEO

Condividi!

Matteo Salvini ha pubblicato sui social il video di quanto accaduto a largo di Lampedusa, dove un peschereccio tunisino speronato una motovedetta italiana dando vita ad una sparatoria. Ad avere la meglio sono stati i militari della Finanza e della Guardia Costiera, che sono riusciti ad abbordare il peschereccio poi condotto a Lampedusa.

“Hanno trovato droga a bordo – fa sapere Salvini – e hanno arrestato il comandante con l’accusa di resistenza, violenza e rifiuto di obbedire a nave da guerra”.

Non c’erano clandestini, probabilmente solo perché già scaricati. E’ evidente che i pescatori tunisini sono tutto fuorché pescatori: sono loro a portare centinaia di connazionali al giorno a largo di Lampedusa per poi metterli su barchini che, altrimenti, non potrebbero fare da soli la traversata.

La domanda qui è un’altra: perché non è stato fatto lo stesso con la Rackete?

Peschereccio tunisino sperona motovedetta italiana: GDF spara 400 colpi




Vox

Lascia un commento