L’untore Zingaretti specula sui morti: “L’Italia di Salvini sarebbe un Paese morto…”

Condividi!

L’attacco del segretario Pd: “Se avesse vinto Salvini durante il tempo del Covid, oggi l’Italia sarebbe un Paese morto”. Il leghista: “Vergognati”:

“Se avesse vinto il nazionalismo leghista di Salvini durante il tempo del Covid – ha detto il segretario piddì – oggi l’Italia sarebbe un Paese morto”. Parole di una violenza inaudita pronunciate in una regione, la Lombardia, che più di tutte le altre ha pianto le vittime dell’epidemia da coronavirus. “Che pena, che squallore con 35mila morti, che schifo…”, ha replicato con amarezza il leader della Lega davanti alla violenza verbale del segretario PD, noto per avere aiutato la diffusione del virus con i suoi aperitivi.

Diciamo la verità. Se ‘avesse vinto il nazionalismo’, i cinesi non sarebbero entrati a frotte senza controlli perché amici dei grillini, e non avremmo inviato milioni di mascherine a Pechino mentre l’onda si stava abbattendo contro di noi.




Vox

7 pensieri su “L’untore Zingaretti specula sui morti: “L’Italia di Salvini sarebbe un Paese morto…””

  1. Permette,Zingaretto di correggerla,se Salvini al governo avesse fatto 35mila morti,sarebbe morto anche lui….Salvini,per mano dei sinistri con violenze di piazza inimmaginabili.

  2. Non so se ha tutti i torti. Nel senso: siamo sicuri che la Lega al governo avrebbe avuto un comportamento diverso da quello dei giallofucsia? Me lo chiedo perché il governatore leghista della Lombardia ha avuto un atteggiamento molto simile a quello di Sala, Zingaretti e altri. Ha mangiato pure lui “involtini plimavela”.

    Salvini é pur sempre quello che ha fatto eleggere un ne(g)ro al Senato, e che si fa i selfie coi ne(g)ri. Chissà se, ci fosse stato ancora il governo M5S-Lega, e lui ancora ministro, non avrebbe assaggiato gli involtini primavera.

Lascia un commento