Tornano le crociere: epidemia di coronavirus a bordo

Condividi!

La prima cosa che hanno fatto, dopo le partite, è stata riaprire il business delle crociere: discoteche chiuse, navi da crociera no. Una follia.

Sorvolando sull’idiozia delle crociere moderne di massa, queste navi sono bombe epidemiche già in periodi normali, figuriamoci in piena pandemia.

La prima nave da crociera salpata dopo l’allentamento delle restrizioni per un giro delle isole in Grecia, dopo meno di 24 ore dalla partenza, ha scoperto di avere 12 positivi a bordo. Sono tutti membri dell’equipaggio della nave della compagnia tedesca TUI Cruises, scoperti in seguito a 150 test casuali eseguiti su tutto il personale. Sono tutti asintomatici e in isolamento. A bordo 1.500 persone in tutto fra cui 922 passeggeri, che hanno eseguito un tampone prima di salire a bordo e a cui ora è proibito scendere dalla nave, come successe a migliaia di persone durante il picco della pandemia, bloccate su navi da crociera in tutto il mondo. La nave era diretta a Creta, ma è stata reindirizzata verso il porto del Pireo per tutti i controlli.

Assoldano bengalesi e filippini e poi si sorprendono. Il mondo occidentale è in preda ad idiozia conclamata. Che è un’epidemia più pericolosa del coronavirus.




Vox

Lascia un commento