Svizzera italiana vota per chiudere le frontiere: ma gli altri Cantoni votano NO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
La Svizzera non tornerà a decidere autonomamente quali stranieri accettare e quali no: l’iniziativa popolare del partito di maggioranza relativa, l’identitario UDC, per un’immigrazione ‘moderata’, è stata respinta, non avendo trovato un numero di cantoni sufficiente a sostenerla.

Dopo lo spoglio di 18 cantoni, la proposta appare però approvata a forte maggioranza nella Svizzera italiana del Canton Ticino, Svitto, Glarona e Appenzello Interno. A livello di voti il no è attualmente a circa il 59%, ma mancano ancora i risultati di diverse città grandi.

Interessante. Solitamente il Ticino vota più come gli italiani che come il resto degli ‘svizzeri’. Perché sono italiani. E questo significa che se si votasse in Italia il popolo chiuderebbe le frontiere: per questo non ci lasciano votare.

La Svizzera funziona (funzionava) come Paese multietnico per un solo motivo: ogni etnia ha il suo Cantone.




Vox

3 pensieri su “Svizzera italiana vota per chiudere le frontiere: ma gli altri Cantoni votano NO”

Lascia un commento