Salvini aveva dimezzato lo stipendio a Tridico: raddoppiato dal nuovo governo

Condividi!

Il predecessore di Tridico, Tito Boeri, incassava 103mila euro lordi all’anno.

VERIFICA LA NOTIZIA

Pasquale Tridico è stato nominato per volere di Di Maio il 22 maggio 2019. L’economista dell’Università Roma Tre fu costretto a dividere l’emolumento di 103mila euro assieme al vicepresidente (all’epoca Adriano Morrone). Una figura, quella del vicepresidente, riesumata su espressa richiesta di Matteo Salvini che non volle raddoppiare lo stipendio che, invece, venne “suddiviso” in due parti: 62mila euro a Tridico, il resto al suo vice.

Fu poi il governo Conte II a decidere l’aumento – quasi triplicato – dello stipendio del presidente Inps, Salvini ha così chiarito la questione.

La decisione è stata presa il 7 agosto dai ministri Catalfo e Gualtieri su input di Di Maio:

E’ stato Di Maio a fissare l’aumento di stipendio a Tridico




Vox

Un pensiero su “Salvini aveva dimezzato lo stipendio a Tridico: raddoppiato dal nuovo governo”

Lascia un commento