Sardegna, secondo comune in lockdwon: intanto sbarcano 125 clandestini da Ong – VIDEO

Condividi!

Dopo Orune, nel Nuorese, un altro paese della Sardegna, Aidomaggiore, in Provincia di Oristano, si chiude in lockdown, ma stavolta lo stop è totale. Da domani e sino al 2 ottobre compreso i cittadini potranno uscire solo per motivi di estrema necessità e urgenza: “spostamenti casa – lavoro, acquisto e quanto altro necessita per le esigenze familiari, recarsi in farmacia o dal proprio medico curante”.
Chiuse anche tutte le ;attività commerciali del territorio, fatta eccezione per le rivendite di generi alimentari e di prima necessità, come farmacie, parafarmacie, edicole e tabacchini. Lo ha deciso la vice sindaca Maria Lourdes Pala, che sta sostituendo il sindaco positivo al Covid e in isolamento.
L’ordinanza firmata dalla vicesindaca che scatta alla mezzanotte di domani e che demanda i controlli a tutte le forze di polizia presenti sul territorio, è stata prese in considerazione del “peggioramento della situazione epidemiologica e la crescente diffusione del Covid-19 – si legge nel provvedimento – che ha fatto registrare, alla data odierna, due casi nel Comune di Aidomaggiore e, numerosi cittadini sono in attesa di effettuare il tampone naso-faringeo, poiché venute a contatto con soggetti positivi”.

Ma intanto, sbarcano proprio in Sardegna i clandestini delle Ong:

Faranno così in tutta Italia. Non dichiareranno un lockdown nazionale, ma migliaia di lockdown locali. Vi chiuderanno in casa mentre sbarcano migliaia di clandestini.




Vox

Un pensiero su “Sardegna, secondo comune in lockdwon: intanto sbarcano 125 clandestini da Ong – VIDEO”

  1. “Faranno così in tutta Italia. Non dichiareranno un lockdown nazionale, ma migliaia di lockdown locali.” SEI UN ILLUSO E UN PECORONE. IL LOCKDOWN NAZIONALE sarà votato dai presidenti di regione a ottobre e approvato dal dittatore che metterà l’esercito in tutte le città. Sei un povero buonista del cazzo.
    A tutti gli italiani con le palle (e sono pochi) ARMATEVI e state PRONTI !

Lascia un commento