Migrante: “Se l’Italia non ci dà i soldi noi facciamo rapine” – VIDEO

Condividi!

Stazione centrale di Milano, dove i ‘profughi’ arrivati con i corridoi umanitari sponsorizzati da Sant’Egidio sgozzano i militari:

“Sì, sono arrabbiato con l’Italia! Dammi i soldi così non faccio le rapine”.
Ecco i ‘migranti’ scaricati in Italia dalle Ong.

La procura di Milano è troppo impegnata a cercare i rubli che non esistono per occuparsi dei delinquenti. Come sanno bene le zingare incinte e le migliaia di spacciatori che infestano la zona.




Vox

4 pensieri su “Migrante: “Se l’Italia non ci dà i soldi noi facciamo rapine” – VIDEO”

  1. Questo soggetto si comporta come si comporterebbe chiunque al posto suo. Il problema ha origine nella nostra costituzione che genera un meccanismo a tenaglia contro la Comunità Italiana. Il primo braccio della tenaglia è il sistema giudiziario che per non ledere i diritti dei migranti, non li punisce. Il secondo braccio della tenaglia è il governo che deve garantire una vita dignitosa a chiunque (stranieri compresi). Si arriva all’assurdo, per cui chi delinque, non solo non è punito, ma, addirittura, è premiato. (vedi:dirittiumani.net/il-meccanismo-a-tenaglia-contro-la-comunità)

  2. Queste merde non hanno diritto ai diritti umani, perché non sono esseri umani, non sono neppure animali, sono solo merde viventi che scagazzano e rompono i coglioni. L’unico diritto è morire affogati in mare o crivellati di colpi ai confini. Fate skifo, fate orrore, fate ribrezzo, fate vomitare, fate cagare. DOVETE MORIRE TUTTI. Lerci bastardi luridi zozzi.

  3. Ma da quando in qua la Costituzione ITALIANA si applica agli stranieri? Gli stranieri clandestini non hanno i diritti dei cittadini italiani onesti, perché essere clandestino, nonostante quello che pensano i maggggistrati, è un reato in tutti i paesi, civili e incivili. La Costituzione si applica al popolo italiano, oppure quando ci si riferisce ai singoli, la Costituzione intende i nigeriani, gli albanesi, i colombiani? Ma fatemi il piacere, buffoni.
    Se si parla di diritti umani, si parla di persone oneste, e in ogni modo ci pensassero le Nazioni Unite. Intervenissero con i caschi blu le Nazioni Unite per ripristinare i diritti civili, a cominciare dall’ Arabia Saudita, per esempio. Ah, mi dite che l’Arabia Saudita siede alle Nazioni Unite? Ma di cosa stiamo parlando?
    Le Nazioni Unite, carrozzone con migliaia di stipendiati che non fanno niente da mattina a sera?

Lascia un commento