L’immigrato che trascina il gattino morto: la sua cena? – VIDEO

Condividi!

Immagini orribili di un immigrato che trascina via un gattino morto stanno circolando sui social: chi ha diffuso l’immagine dice trattarsi della sua ‘cena’.

Siamo a Rosarno, zona occupata da migliaia di immigrati africani in provincia di Reggio Calabria. Si vede una di queste bestie mentre trascina un gattino su una moto. Possiamo dire che certezza che le immagini sono del 2019.

Immigrato trascina gattino con la moto, scena orribile a Rosarno – VIDEO

L’immigrato tiene il gatto da una zampa, mentre con la moto viaggia per il centro di Rosarno. Lo scorso anno erano stati diffusi anche video:

Trascina un gatto in motorino, a Rosarno una scena folle ripresa dai passanti

Trascina un gatto in motorino, a Rosarno una scena folle ripresa dai passantiLeggi: bit.ly/2AJasoB

Posted by Calabria News on Friday, September 20, 2019

https://www.facebook.com/marika.barreca/posts/10214997772770189

Ovviamente, per i buonisti lo stava ‘solo’ buttando via.

Molte persone del posto avevano commentato il fatto sui social, ma non è stato possibile identificare l’uomo, né capire di più su cosa sia effettivamente successo. Una donna, che seguito la vicenda molto da vicino, ha scritto su Facebook: «Del ragazzo nessuna traccia, la pattuglia non l’ha visto. Ad ogni modo pare che il gatto fosse già morto investito. Se uno ha a cuore gli animali e sta cercando un posto per seppellirlo non lo trascina così. Almeno in una busta o in uno scatola…».

Azzardiamo un’ipotesi: era la sua cena.

Orrore in centro profughi: Nigeriani arrostiscono cagnolino

Oppure:

Animalisti: “Nigeriani sacrificano gatti per riti voodoo”

Nelle scorse settimane:

Gatto ucciso e arrostito da immigrato: carabinieri confermano, particolari raccapriccianti – VIDEO

“Cani mangiati dai migranti”: giornalista pubblica resti arrostiti alla brace




Vox

6 pensieri su “L’immigrato che trascina il gattino morto: la sua cena? – VIDEO”

  1. speriamo che inizino a mangiare anche i sorci cosi potremmo dire che pure i negri in italia hanno una qualche utilità, aooo …..finiti i sorci, levatevi da li coglioni, o… me raccomanno! li mortaccia vostra e de li sorci arrosto!

  2. Quando c’è di mezzo la divinità nera, il pantheon delle altre divinità ‘minori’, animali, ambiente, donne, gay, trans, svanisce nelle mente dei luridi bastardi buonisti, gente che l’unico modo incruento di renderla incapace di nuocere, è confiscargli fino all’ultimo spillo e gettarli nel mondo senza il paracadute delle conoscenze e delle ricchezze familiari.

  3. Non lo fanno per fame ma per pura crudeltà, sono popoli che vivono ancora mentalmente nell’età della pietra, devono poter cacciare, uccidere, mangiare. Qualsiasi cosa, pur di sfogare la loro violenza ancestrale. I preti a questi qui danno il cibo gratis, non c’è alcun bisogno di mettersi a uccidere animali come nella savana.
    Nella zona dove vivo io, da quando sono arrivate le gooberadive afrigane che gesdisce migrandi sono spariti tutti i piccoli animali selvatici che popolavano le campagne. Si salvano solo gli uccelli. Che tristezza. Povera Italia.

Lascia un commento