Gli sbarchi hanno reso l’Italia meno intelligente: Einstein non sale sui barconi

Condividi!

La ricerca riguarda l’impatto dei regolari, ed è ferma al 2015, prima del Grande Traghettamento:

Numeri aggiornati al 2019:

Gli sbarchi ci sono costati 4 punti di Quoziente Intellettivo: l’Italia è meno intelligente

Se importi individui da Paesi con un QI che è la metà del tuo, il QI si abbassa di conseguenza. Con effetti devastanti a lungo termine.

Gli altri quarantamila clandestini sbarcati da quando il PD è tornato al governo hanno ovviamente aggravato la situazione, trattandosi per metà di nordafricani e l’altra metà di subsahariani, la perdita sale a quasi cinque punti.

Ricordate: l’Italia non ha ricchezze naturali come l’Africa, la nostra unica ricchezza è nel nostro cervello. L’Africa è un continente ricco di ogni risorsa del sottosuolo ma la sua popolazione non è riuscita a creare società più che sottosviluppate: cosa credete che sarà l’Italia tra qualche decennio, senza le ricchezze dell’Africa ma con una popolazione sempre più africana?

Fate uno sforzo di immaginazione. Basterà che guardiate una delle tante stazioni italiane.




Vox

5 pensieri su “Gli sbarchi hanno reso l’Italia meno intelligente: Einstein non sale sui barconi”

  1. non sono tanto i negri ad abbassare il nostro QI , quanto le cagne comuniste che si riproducono, a man bassa!, e che non rispettano la pompino che suggerisce loro di abortire! sempre e comunque perchè la figa della donna conta piu’ della donna stessa!…dignita’ dignita’ dignita’……….ma va a caga’!

  2. claro semplice dimostrato! non ci sono einstein ma manco profughi di guerre! Un tipo siriano che ho conosciuto voleva andare i germania, sapeva gia che li ci son fighe, reicchezze, soldi
    litalia non conta na cippa, solo ottimo cibo lo san tutti e leggi super super leggere per loro…

Lascia un commento