A Codogno il coronavirus a scuola: tutta la classe a casa

Condividi!

Primo caso di bimbo positivo al Covid in una scuola elementare di Codogno, il comune del Lodigiano dove è stato accertato il primo caso di coronavirus in Italia. Oggi tutta la classe, una quindicina di alunni, è rimasta a casa. “Sono già partite le procedure dell’Ats e tutti i bambini sottoposti al tampone. La situazione è sotto controllo”, ha detto il sindaco Francesco Passerini all’ANSA. Da quanto si è saputo il piccolo già lunedì, primo giorno di scuola, era ritornato a casa con un leggero raffreddore e il naso che colava. I genitori per precauzione hanno chiamato il pediatra, il quale ha prescritto il tampone. Ieri sera il risultato di positività. Quindi sono stati avvertiti i genitori dei compagni e questa mattina nessuno si è presentato in aula.

La riapertura delle scuole è un errore esiziale. Come gli sbarchi e come avere fatto entrare i cinesi senza controlli.




Vox

Un pensiero su “A Codogno il coronavirus a scuola: tutta la classe a casa”

  1. Aspettiamoci un calo fittizio di nuovi positivi giornalieri: infatti, per soddisfare le ansie di presidi ed insegnanti, la maggioranza dei tamponi sara’ indirizzata agli studenti a prescindere ed il corrispettivo di tamponi sara’ negato alle persone maggiormente a rischio di essere positive. Il numero dei tamponi salira’ dunque giorni a venire ma solo perché vengono fatti e a casaccio e per soddisfare le ansie di mamme e insegnanti. Così, il rapporto casi positivi rispetto a nuovi casi testati si abbassera’, e questo solo perché ormai si fa il tampone a chiunque starnutisca. Poi, dopo le elezioni, si scatenerà l’inferno. Anche in Campania. Soprattutto in Campania.

Lascia un commento