Coronavirus, in Spagna torna il lockdown

Condividi!

La regione di Madrid, quella maggiormente colpita dal coronavirus in Spagna, ha intenzione di introdurre lockdown mirati e altre restrizioni dei movimenti a partire da venerdì per cercare di contenere i contagi. Lo hanno annunciato le autorità locali, mentre la regione di Madrid conta circa un terzo di tutti i casi attivi in Spagna.

”Stiamo prendendo delle misure, ma non basta. Non funzionerà nulla se non agiamo in modo responsabile. C’è stato un rilassamento nei comportamenti che noi non possiamo affrontare”, ha dichiarato Antonio Zapatero, responsabile di Madrid per la risposta al Covid-19. In particolare, Zapatero ha citato il fatto che vengano organizzate feste, le persone si trovino a bere in strada e non vengano rispettate le regole di quarantena. In Spagna sono stati confermati 603.167 contagi, il numero più alto dell’Europa occidentale, mentre le vittime sono più di 30mila.

Presto su questi schermi.




Vox

3 pensieri su “Coronavirus, in Spagna torna il lockdown”

  1. La curva dei contagi ha iniziato a scendere intorno al 20 agosto in tutto il sudamerica, periodo del picco epidemico dovuto alla stagione invernale. Togliendo o aggiungendo 6 mesi, si arriva al 20 febbraio 2021 come data certa del nuovo picco epidemico in Europa. Considerando che al picco dei contagi segue la coda dei ricoverati e degli intubati che continuano ad ammassarsi, nonché la coda dei morti differita di 20 giorni, va da sé che il top dell’emergenza in Italia lo avremo dal primo febbraio al 15 marzo, e sarà un MASSACRO!!!

Lascia un commento