La cugina di Willy lavora in RAI e specula sulla morte del cugino: “Italiani più razzisti”

Condividi!

C’è gente che ha costruito carriere sul ‘razzismo’. E voi pagate.

Sorpresa. La cugina della madre di Willy Monteiro lavora in un programma RAI ‘antirazzista’ e specula sulla morte del cugino capoverdiano a Colleferro.

Maria de Lourdes Jesus è arrivata a Roma nel 1971 all’età di quindici anni, la donna è diventata volto di “Nonsolonero”, bizzarra rubrica della Rai dedicata all’invasione. “Apriva una finestra sul mondo dell’immigrazione – ha spiegato la cugina di Willy in una lettera inviata al Corriere della Sera – e lo faceva attraverso il volto di una donna africana”. Ora, dice, le cose sono cambiate, e gli italiani non vogliono più africani.

Beh, forse perché nel 1971 eravate poche decine. Oggi siete decisamente troppi. E questa è casa nostra. La morte di suo cugino non c’entra una mazza.




Vox

6 pensieri su “La cugina di Willy lavora in RAI e specula sulla morte del cugino: “Italiani più razzisti””

  1. Chissà come mai non vogliamo più africani… Né sudamericani, né georgiani, ucraini, rumeni, albanesi, bulgari e cinesi. SIETE TROPPI e spesso e volentieri siete delinquenti. Avete rotto il cazzo. Etnostato subito.

  2. naturalmente il corriere della serva (cairo editore!) ha pubblicato subito 2 paginoni di lettera della cugggina della madre. Personalmente non apro più i siti di repubblica/corriere da oltre un decennio. Il miglior modo per danneggiare i molluschi che ci scrivono le 4 cazzatelle quotidiane è: IGNORARLI. Possibilmente metterli tra i siti bloccati, onde evitare di finirci per sbaglio.

Lascia un commento