Soros si compra la Chiesa: milioni di euro ai Gesuiti

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Le fondazioni gesuite hanno ricevuto più di un milione e mezzo di dollari da George Soros e una di queste lo annovera tra i suoi partner. Prosegue la campagna della Open Society Foundations per condizionare la Chiesa cattolica e modificarne la sensibilità dottrinale.

Lo scrive il giornale cattolico Aciprensa:

https://www.aciprensa.com/noticias/fundaciones-jesuitas-han-recibido-mas-de-millon-y-medio-de-dolares-de-george-soros-28684

In pratica un’opa ostile per estendere l’ideologia bergogliana e trasformare la Chiesa in una grande ong.

Perché, sia chiaro, Soros finanzia le imprese dei gesuiti per l’accoglienza dei clandestini.

Si chiede il giornale cattolico La Bussola Quotidiana:

I fatti presentati da Aciprensa e ripresi da moltissime ed autorevoli testate cattoliche di tutto il mondo, meritano una risposta chiara e limpida: c’è una alleanza di fatto tra una parte della famiglia cattolica ed il grande benefattore che vuole condizionarne la dottrina e la ragione sui temi della vita, del matrimonio, della educazione e della morale pubblica? Che Soros sia tra i più ossessi finanziatori della liberalizzazione dell’aborto e dell’ideologia LGBTI, che sia l’attore principale della devastante campagna relativista che sta sradicando l’Irlanda dalle sue radici cristiane e che voglia attuare lo stesso programma in Argentina, Messico, Colombia, Brasile, Polonia, Ungheria, Malta e diversi paesi dell’Africa non interessa?

Perché la Chiesa censura, interrompe e vieta le processioni o le donazioni in odore di mafia (perché la mafia uccide e taglieggia innocenti) ed invece accetta in silenzio complice le prebende di Soros? Sono notissimi a tutti i tanti soldi spesi da Soros per tentare di condizionare la Chiesa cattolica e modificarne la sensibilità dottrinale attraverso le donazioni, solo due esempi possono bastare: i soldi dati per sostenere i Catholic for Choices (200 mila dollari solo nel 2018) e i 650 mila dollari donati da Soros a ai due gruppi gesuiti americani PICO e “Faith in Public Life” per condizionare la visita del Papa Francesco negli USA nel 2015.

Nella Catholica vige ancora il divieto assoluto e la consolidata “inconciliabilità tra fede cristiana e massoneria”, che quel “peccato grave” lo compie anche chi collabora con coloro che “complottano contro la Chiesa” e Soros è esplicitamente uno di questi. Sia chiaro, noi preghiamo per il Papa e per la Chiesa ogni giorno e confidiamo che a questo scandalo si metta fine presto…perché già è tardi.




Vox

4 pensieri su “Soros si compra la Chiesa: milioni di euro ai Gesuiti”

  1. Soros, sono cristiana, darebbe qualche spicciolo pure a me? Mi basterebbe il necessario per vivere….non chiedo molto. Soros è un personaggio contraddittorio, da’ milioni ai vari enti benefici per “salvare le vite umane” e poi apposta le idee contro la vita, come aborto, LGBT e forse eutanasia., non è strano?

  2. L’argentino lo ha pagato lui, comunque é vecchio, prossimo alla morte, sarà una festa leggere il suo necrologio anche se sarebbe meglio vederlo in catene e pesto assistere al prelievo di tutti i suoi miliardj x finanziare la guerra alle sue ong!!!

Lascia un commento