IMMIGRATO VIOLENTA SENZATETTO DI 73 ANNI A VENEZIA

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Tenta di violentare una senzatetto e la rapina dei suoi pochi averi in zona stazione a Venezia.

La vittima è una povera senzatetto di 73 anni, il carnefice il solito immigrato, un 34enne marocchino con vari precedenti penali tra stupefacenti, resistenza, danneggiamento, violazione delle norme sull’immigrazione clandestina ma che, nonostante questo, continuava e continua a rimanere in Italia. In una casa abbandonata a poche centinaia di metri dalla stazione.

Sono quasi le tre di notte quando la pattuglia dei carabinieri transita nei pressi della stazione notando la donna con il volto tumefatto e sanguinante e con gli abiti parzialmente lacerati. Riescono a farsi dire quanto aveva da poco subito. Racconta che un uomo l’aveva aggredita sessualmente, per poi portarle via quanto aveva, ovvero un cellulare e 20 euro. Riferisce che lo straniero prima l’ha colpita al volto con un pugno e poi ha tentato di trascinarla in un punto appartato.

La violenza, che non ha portato allo stupro, non è stata consumata completamente anche grazie alla strenua resistenza della donna.

L’africano è stato trovato all’interno della casa disabitata di via Ereditari, situata, come detto, a poche centinaia di metri dal luogo in cui si è consumato il reato; il 34enne marocchino, di cui non sono state fornite le generalità, indossava ancora gli abiti che aveva quando ha aggredito la donna.




Vox

6 pensieri su “IMMIGRATO VIOLENTA SENZATETTO DI 73 ANNI A VENEZIA”

  1. ditelo a mattarella che noi diamo razzisti, poi chiedete a sto handicappato del perche’!…. i marocchini non vanno al quirinale a stuprarlo come dovrebbero, c’ e’ il signor postofisso che lo difende , noi altri non vi difende nessuno!

Lascia un commento