Bergoglio contro la classe media occidentale: “Ricchi sfruttando il terzo mondo”

Condividi!

No. Perché i nostri nonni hanno lavorato. E ora tutto quel lavoro se lo sta portando via la Globalizzazione.

Papa: Nord arricchito con beni del Sud
“No al saccheggio, sì alla condivisio-
ne”. Così il Papa in un video dedica la
sua preghiera alle risorse della Terra.

“Stiamo spremendo i beni del pianeta,
come si trattasse di un’arancia”,avver-
te Francesco alla vigilia della Giorna-
ta mondiale di preghiera per il creato,
celebrata dal 1° settembre al 4 ottobre

“Paesi e imprese del Nord si sono ar-
ricchiti sfruttando doni naturali del
Sud, generando un ‘debito ecologico’.
Chi pagherà questo debito ecologico?”,
si chiede il Pontefice.

Basta instillare senso di colpa contro le classi medie occidentali che, semmai, nella Globalizzazione hanno perso ricchezza a favore delle élite occidentale e del terzo mondo. E in parte anche verso le masse del terzo mondo.

Siamo ‘ricchi’ non perché sfruttiamo il terzo mondo, che semmai è sfruttato dalla propria oligarchia, ma perché il quoziente intellettivo di chi abita il cosiddetto ‘nord del mondo’ è più alto di quello del resto della popolazione globale: ce lo siamo meritato, senza avere le ricchezze del sottosuolo che, invece, benedicono tanti Paesi sottosviluppati.

E comunque, che sia un mantenuto, autocrate di uno Stato lindo e ricchissimo è la cosa più ipocrita del mondo.




Vox

12 pensieri su “Bergoglio contro la classe media occidentale: “Ricchi sfruttando il terzo mondo””

  1. Hai ragione, non è possibile sfruttare un sistema finito con una crescita infinita a contraltare. Ha ragione anche Kill Gates, la popolazione mondiale dovrebbe essere ridotta del 90% circa. Guarda caso noi bianchi siamo circa 11% del totale. Non ti sembra un suggerimento divino? Il divino è nei numeri.

    1. Sì quello attraverso i vaccini vuole sterminare noi bianchi e cancellarci dalla faccia della Terra. É assurdo, per gli africani che sono inutili, nulla, gli si consente di moltiplicarsi. Viviamo in un mondo alla rovescia.

  2. Ma non ci rompere il cazzo lenzuolo argentino!Torna al tuo paese e immigrateli la stracciacazzi!!!E dell’africa ce ne sciacquiamo i coglioni, anzi, se si inabissa noleggio un battello e vado a pisciare dove stava prima!!!

  3. Il Terzo Mondo é tale perché i suoi abitanti non sanno fare nulla, non hanno ingegno e non hanno propensione al lavoro. Pensano solo a copulare e figliare in maniera irresponsabile.

    La vera colpa storica dell’Occidente rispetto all’Africa é stata solo una: quella di non aver fatto sterilizzazioni di massa delle popolazioni locali durante il colonialismo nei secc. XIX-XX, come avvenuto purtroppo negli USA ai danni dei pellerossa. Sui ne(g)ri andava fatta una cosa simile, e non avendola fatta, ma permettendogli di prolificare, soprattutto dopo la decolonizzazione dell’Africa, oggi non sarebbero quasi 1 miliardo. Sono troppi, non va bene, una sciagura per il pianeta.

    Dire che noi occidentali abbiamo depredato l’Africa in epoca coloniale é una delle più grandi falsità che si sentono dire oggi. Quando gli Europei giunsero laggiù, trovarono popolazioni allo stato primitivo, che si tentò di civilizzare. Le materie prime non erano sfruttat

  4. Eh, mi spiace, ma io non mi sento in colpa. Quand’è che spostiamo il Vaticano in Madagascar? Così può controllare che non ci sia più lo sfruttamento, anche se io comincerei a eliminare la corruzione dilagante nei governi africani… Noi abbiamo fatto rivoluzioni per liberarci dai tiranni, gli africani cosa aspettano? Ah, già, tutto il cervello ce l’hanno nelle gonadi.

  5. Papa, si studi meglio la bibbia, apra il Vaticano e le sue casse, anzi forzieri ai migranti ed agli italiani e chi ha voglia si legga il libro “Vaticano S. P. A”, di Gianluigi Nuzzi e si farà un’idea di quanta corruzione circola all’interno di un certo clero.
    Il libro ha già dieci anni non so se si trovi ancora in giro.

Lascia un commento